È ora online il nuovo sito:

 

http://www.gabriellamereu.it/

Esempi di casi clinici

 

 

 

Casi clinici
Fibroma uterino
UNA TESTIMONIANZA
buonasera,
ho partecipato alla conferenza e sono salita "sul palco"
quando sono scesa ho continuato ad ascoltare le esperienze delle altre persone se non che sentendo riparlare del fibroma uterino, legato al fatto di essersi presi in carico tutte le responsabilità della famiglia, mi sono scese delle lacrime e mi sono seduta un attimo.
qualche minuto dopo ho avvertito dentro di me, all`altezza della pancia, come una qualche energia che se ne andava, come se mi stessero passando una mano sulla pancia grazie alla quale "un qualcosa" mi abbandonava e mi sono sentita alleggerita
sono tornata a casa, un po' a fatica perchè molto stanca, mi sono fermata in un autogrill a mangiare un panino, e mi ha colpito il libro di Coehio, il manoscritto ritrovato ad Accra che tratta proprio della consapevolezza ecc.
Dal giorno dopo i miei dolori intensi alla gamba e parte sx del corpo, che accompagnavano ormai da più di 10 anni il ciclo mestruale erano in molte zone inesistenti.
E' rimasto un dolore, come se fosse un tagliere, a seconda di come appoggio la gamba sx e solo in alcuni momenti
per il resto io mi sono sentita davvero meglio...
Desidero dirvi GRAZIE anche voi che supportate la Dssa Mereu in qsto percorso di diffusione della consapevolezza.
Ora dopo alcuni mesi di tregua mi si è ripresentato una alitosi da far paura, proprio dopo mangiato....inizio a leggere i due libri che ho comprato da voi e vediamo se capisco come eliminare la causa....un GRAZIE enorme ancora da parte mia... Cordiali saluti
 
ipocondria guarita
Da una email:
...si va bene, fortunatamente heather che mi avevi prescritto tu e che ho preso per 10 mesi mi ha fatto guarire dall`ipocondria...
 
Eritema nodoso e fiori di Bach
UNA TESTIMONIANZA
Cara dottoressa,
ho fatto la sua cura per l`eritema nodoso per due mesi prendendo per via orale il fiori (gorse, star of bethlem, honeysuckle, vervain, oak, pine e crab apple). Ho fatto inoltre i massaggi con oli e fiori, ognuno preparato separatamente e applicato nel punto da lei indicato sulla mappa di Kramer (vervain, pine, honeysukle, crab apple, gorse, olive e oak).
Avevo le caviglie gonfie e sulle gambe noduli duri, arrossati e dolorosi che in sole 2 settimane si sono molto ridotti e in poco più di un mese si sono riassorbiti completamente. Anche l`edema è scomparso velocemente. Aggiungo che avevo avuto la stessa malattia all`età di 19 anni e allora il mio medico mi curò con 8 mesi di cortisone con non pochi effetti collaterali.
Con molti ringraziamenti.
 
Una maculopatia agli occhi ( malattia degenerativa considerata irreversibile ) sta guarendo
Buongiorno!
Sono la figlia di ...... affetto da maculopatia.,che mi ha chiesto di scriverle perché in questo momento ha il computer fuori uso.
Vorremmo sapere quando è possibile contattarla o direttamente visitarla perché mio padre ci ha detto che la macchia che aveva nell`occhio,con la terapia che stà seguendo fino ad ora,da lei data,è scomparsa.L`ultima volta che vi siete visti è stato a Maggio
nel salutarla le auguro una buona giornata
grazie....
 
GUARIGIONE ALL`OCCHIO
Buonasera Dott.ssa Mereu,
Volevo ringraziarLa per la cura di Bach consigliatami il 15/06/2012 a Torino.
Sono sicura che per Lei dott.ssa non esiste nulla di più bello della salute di noi pazienti e quindi è giusto condividere il sorriso che sento nel cuore e spero aumenti sempre di più...
 
Mi ha prescritto semplici gocce oculari idratanti con i seguenti fiori di Bach: star of betlhem, sweet chestnut, cestnut bud, vine e i bagni derivativi....
Io sono monocola, con retina sofferente e soffro di glaucoma... (ho usato per anni Timoptol 0,50 e negli ultimi anni gocce di Azarga mattina e sera)
E` dal 16/06/2012 che oltre Azarga assumo i fiori da Lei consigliati.
Il 17/07/2012 ho fatto la mia visita semestrale di controllo al centro retina (Genova S.Martino) e lo specialista mi ha trovato bene... l`occhio roseo e pulito... (è la prima volta, da anni, che mi sento dire dallo specialista che il mio occhio è roseo e pulito) certo ci sono le vecchie cicatrici dei laser ma la mia retina Ã9+ stabile... :-D
La pressione oculare da anni varia da 16/19 (19 è il limite... sei mesi fa era 19). martedì scorso era 12!!!!!! quindi un vero traguardo perché non è mai stata così bassa ribadisco mai così bassa!!!!!!!!! :-D quindi GRAZIE GRAZIE GRAZIE...
 
Con tutti i pazienti che ha non pretendo che Lei si ricordi di me...
Io Le avevo descritto in modo semplice i miei problemi di vista e il mio mal di testa e Lei mi ha detto che la causa che ha determinato la malattia agli occhi risale ad una RABBIA di una mia ava paterna...che ha trasmesso la malattia ereditaria durante una gravidanza...
Lì per lì mi sentivo senza parole....un po` stordita dalle Sue parole e se si ricorda non ho parlato molto.
Perché è vero.... Lei non poteva sapere una cosa così della mia famiglia perché la storia di mia nonna paterna la conosco da pochi mesi anch`io.. prima è stata taciuta perché il padre di mia nonna era il patrigno.
All`epoca è stato dichiarato un incesto e scandalo tra il patrigno, rimasto vedovo, e la figliastra (mia bisnonna) ed è nata mia nonna che a sua volta è stata data in affidamento ad un`altra famiglia.. E Lei dott.ssa l`ha capito attraverso una spiegazione (archetipo?) del mio mal di testa... STRAORDINARIO!
 
Ritenevo giusto dirglielo e ringraziarLa... e chiedere se il collirio con gli stessi fiori potesse andare bene anche per i miei fratelli e per mio papà...
 
Tutti quanti in famiglia abbiamo perso l`occhio destro... (io,papà e 2 fratelli) e i problemi di vista ci toccano particolarmente...
 
Non pretendo miracoli dai fiori di Bach sarei già felice se prolungasse e conservasse la stabilità dell`occhietto che rimane a me e ai miei famigliari...
Vorrei condividere una frase di Ippocrate, medico greco fondatore della scienza medica... "I medici possono trattare una malattia ma solo la Natura può guarire"... assolutamente vero!
 
Per quanto riguarda i bagni derivativi.... ahhhhh di questo periodo sono ideali.... mi fanno sentire meglio... oltre alla frescura che donano... sento scaricare i pesi del mio cuore... in questo mese che ho fatto i bagni derivativi ho ridotto i giorni dei miei violenti mal di testa da 4/5 volte in 30 gg ad un solo giorno!!!... e se lo faccio prima di dormire.... dormo come un ghiro!!!!!!
Grazie anche per questo...
 
Sentivo il bisogno di raccontarLe quali benefici stanno donano a me i Suoi studi... e la cosa che rende tutto ciò straordinario è che non hanno contro indicazioni...
E` solo l`inizio e lo sento già fantastico. Non immaginavo... è da anni che prendo per il mal di testa mediamente 4/7 pastiglie al mese come rilaming,rilaziv...(che mi stordiscono) questo mese con il rimedio naturale ne ho assunta solo una!!!!
 
Neanche il miglior psicologo ha captato in pochissimo tempo ciò che mi ha detto Lei in 20minuti di visita. GRAZIE GRAZIE GRAZIE.
Nessuno degli specialisti mi aveva menzionato la possibilità che esistesse un aspetto mentale che generasse una malattia... Riflettendo ho fatto ricerche su internet su rimedi naturali e ho letto che più di un medico nel passato ha percorso questa teoria... ma probabilmente è sempre stato contrastato da conflitti economici....
Io è da quando sono piccola che giro ospedali e conosco medici.... Purtroppo non sempre mi sono sentita un paziente... più delle volte mi sono sentita un numero...o una macchina da aggiustare... ed è triste...
 
La ringrazio anticipatamente per l`attenzione che sono sicura avrà per la mia mail...Le mando un saluto con un dolce abbraccio... sicura che lo sentirà ed accoglierà con il cuore.
Spero di averLe fatto immaginare la soddisfazione e la gratitudine che ho sul mio viso... Grazie.
 
VOLUMINOSO POLIPO NEL CANALE CERVICALE
Il 3 novembre 2009 mi fu diagnosticato un “voluminoso polipo nel canale cervicale”.
La ginecologa mi fece immediatamente la richiesta di ricovero per l’asportazione “isteroscopia diagnostico-operativa”.
Qualche giorno dopo poiché ero molto agitata pensai di chiamare la Dott.ssa Gabriella Mereu, per sentire anche il suo parere.
La Dott.ssa mi disse di:
1. Eseguire il rito della Medaglietta della Madonnina;
2. di prendere i fiori Australiani “Equilibrio donna” 7 gocce al mattino e 7 alla sera prima di dormire;
3. di fare i bagni derivativi;
4. di dire all’uomo col quale avevo una relazione in quel periodo che “era un uomo di merda!”;
5. mi disse inoltre di dormire con un bambolotto;
 
Dal giorno successivo in cui parlai con la Dottoressa Gabriella Mereu mi attivai per eseguire le sue prescrizioni. Feci il “Rito della Medaglietta”, comprai i Fiori Australiani e cominciai ad assumerli, iniziai a fare i bagni derivativi e dissi finalmente al mio partner che “era un uomo di merda!” e cominciai a dormire con il bambolotto.
Qualche giorno più tardi ebbi una richiesta di lavoro molto allettante e chiamai l’ospedale per posticipare l’appuntamento per eseguire gli esami pre-operatori, ma il caso volle che il medico che avrebbe dovuto operarmi avesse un impegno e mi diede un appuntamento a dicembre.
Il 26 Novembre tornando dalla palestra mentre mi sfilavo il Tampax (avevo delle perdite di sangue) notai il polipo proprio al centro di una scanalatura del tampone. Era della stessa misura della falange del dito indice.
Mi fermo qui perché ritengo che sia piuttosto evidente che il tutto ha funzionato.
Non presi alcun tipo di medicinale, mi attenni rigorosamente a quanto mi aveva indicato la Dottoressa Gabriella Mereu.
Ovviamente tutto ciò che ho scritto è documentabile dalle certificazioni della mia ginecologa che ha eseguito i controlli prima e dopo il polipo.
La ginecologa stessa era incredula, ma si arrese all’evidenza, non c’era più nulla. La stessa mi consiglio di prendere un fiore di Bach, che allora non conoscevo, PINE. E’ tutto documentato (anche la prescrizione del fiore di Bach!) e al bisogno posso fornire anche fotocopie, foto, tutto!
Aggiungo infine che contemporaneamente al polipo sparirono anche le perdite di sangue che avevo negli ultimi tempi regolarmente.
Il tutto curato per telefono.
 
PROBLEMA AD UN DENTE
PROBLEMA AD UN DENTE DA NON RIUSCIRE AD APRIRE LA BOCCA
 
Mi sono rivolta alla Dott.ssa Gabriella Mereu anche un anno fa, il 12 giugno 2011 per un problema ai denti. Riporto il testo della mail che le scrissi: “da ieri ho cominciato ad avvertire la gengiva sinistra molto infiammata, ho la guancia sinistra molto gonfia all’altezza della mandibola e mi brucia, non riesco ad aprire la bocca nemmeno per mangiare uno yogurt con il cucchiaino. Poco prima di chiamarla mi sentivo gli occhi che mi bruciavano e molto calda e ho pensato di misurare la febbre, avevo 37,4 inoltre adesso comincia a bruciarmi la parte sinistra della gola quando inghiottisco. In questo momento mi sento un dolore pulsante… la gengiva dove c’è il dente del giudizio sento che tocca la parte superiore tanto dev’essere gonfia. Non ho però la gola ingrossata.”
La dottoressa mi inviò dopo poche ore una mail di risposta in cui mi diceva di prendere una miscela di fiori di Bach: Star of bethlem, Vine, Vervain, Holly, Crab Apple, tutti in una preparazione da 30 ml, 4 gocce ogni 10 minuti, ed ogni 20 minuti, ogni 30 minuti, ogni ora come migliorava. Inoltre mi consigliava di fare i bagni derivativi. Mi disse anche che era importante che io rimanessi completamente digiuna per almeno un giorno intero (avrei dovuto solo bere).
Tre giorni dopo informavo la Dottoressa Mereu degli sviluppi.
Notai che dopo aver fatto i bagni derivativi, la mattina, la gengiva era molto meno gonfia.
Dal momento in cui iniziai a prendere i fiori di Bach ogni 10 minuti ci fu subito un miglioramento, riuscivo anche ad aprire la bocca.
La informai che mi sentivo ancora un po’ gonfia verso la parte centrale della mascella e all’altezza del secondo dente premolare. Alla base della gengiva mi sentivo come se il dente fosse tagliato e se mi toccavo la mascella sentivo un dolore pulsante.
La Dottoressa Mereu mi disse di aggiungere Honeysuckle agli altri fiori cosa che ovviamente feci fare guarendo completamente nel giro di una settimana.
Non ho mai più avuto problemi ai denti, né mai ne avevo avuti prima.
Anche in questa occasione sono stata curata senza una visita diretta, ma tramite telefono e mail.
 
Ribadisco la mia più completa disponibilità a fornire ulteriori dettagli se necessari, come materiali che documentino la veridicità di quanto ho affermato (schede ecografiche, referti medici, ecc.) ed anche testimonianze dirette.
Al bisogno posso fornire copie delle mail che ho scritto e ricevuto dalla Dottoressa Gabriella Mereu.
 
Ciclo mestruale
Ecc. mo Ordine dei Medici di Cagliari,
Vi scrivo in relazione al procedimento a carico della dott. ssa gabriella Mereu per testimoniarVi la mia esperienza estremamente positiva in relazione alle cure prestatemi dalla stessa.
Mi sono rivolta alla dottoressa per problemi legati al ciclo mestruale. Sin dal menarca ho infatti manifestato problemi di ovaio micropolicistico tali per cui il ginecologo mi consigliò di prendere la pillola anticoncezionale sin dall`età di 14 anni. ho assunto pertanto sotto consiglio del medico specializzato fino ai 25 anni la pillola.
Ho ritenuto opportuno interrompere l`assunzione.
Il ciclo non è più tornato.
Dopo un anno di attesa e di tentativi con terapia ormonale, il ciclo non era tornato.
Ho deciso quindi di rivolgermi alla medicina alternativa.
Avendo sentito parlare tramite amiche della dottoressa Mereu che contattai per una visita.
La stessa mi prospettò la possibilità che i mie problemi fossero legati alla mia personale situazione psicofica, alla mia concezione familiare del femminile (tesi peraltro paventata anche dal ginecologo alla mia famiglia all`età di 18 anni).
Mi consigliò quindi di provare ad avvicinarmi ad un atto di rottura con i miei condizionamenti sociali quali il "rito della madonnina". La spiegazione che mi venne data mi pareva assolutamente convincente e calzante. Il modo di rapportarsi della dottoressa Mereu era assolutamente rispettoso e volto a farmi comprendere che il mio utero, la mia femminilità erano una parte del mio corpo assolutamente sacra e della quale peraltro avrei dovuto essere orgogliosa.
Quando mi disse di inserire la madonna in vagina infatti mi venne fatto presente che era una rappresentazione di rottura per la psiche volta a valorizzare la mia femminilità per il tramite di una immagine sacra. Come infatti portavo la madonna al collo potevo infatti portarla in ogni parte del corpo, affinchè ogni parte del mio corpo potesse sentirsi degna di portarla.
Ho ritenuto, anche in relazione alla mia fede cattoloca che la cosa non fosse dissacrante ma sacralizzante.
Dopo aver proceduto a questo banale quanto liberatorio atto psicosimbolico posso riferire che il mio ciclo è tornato naturalmente e regolarmente.
Dopo due anni ho avuto nuovamente problemi legati all`utero. Questa volta molto più importanti atteso che a causa della mancata ovulazione e dell`assenza di progesterone avevo ciclo mestruale continuo anche per 60 giorni.
Mi sono recata dal ginecologo il quale mi ha invitato a valutare la situazione considerando l`ipotesi di una terapia ormonale.
Attesa la possibilità di attendere mi sono riservata la possibilità di scegliere e di riprocedere, anche senza un consulto con la dott. ssa Mereu di riprocedere al c.d. "rito della medaglietta".
Ebbene qualsiasi problema è miracolosamente cessato ed oggi ho un ciclo regolare senza alcun tipo di problema.
Grazie alla dott. ssa Mereu ho potuto usufruire di un metodo curativo alternativo ed estremamente efficace, senza alcun tipo di effetto collaterale.
Posso altresì segnalarvi che la dott. ssa Mereu è sempre stata negli anni disponibile a qualsiasi colloquio telefonico o via mail con assoluta generosità e gratuità. Gli interventi erano mirati, chiari, precisi e semplici. Non mi ha mai consigliato di non procedere alle cure tradizionali, ma devo segnalare che dopo ogni colloquio, la stessa per il tramite della terapia verbale trovava la chiave di accesso al mio problema e mi ha consentito di non avere più alcun problema clinico.
Rimanendo a disposizione per ogni ulteriore occorrenda porgo Cordiali saluti
 
Il Pollice
Mi faceva male il pollice della mano sinistra da una settimana, questo dolore lo sentivo forte quando sfioravo il dito e non lo sentivo più quando calcavo.
la cosa mi faceva strano visto che toccandolo appena mi faceva molto male e quando calcavo forte spariva completamente il dolore, allora visto che il pollice corrisponde ai più grandi affetti della persona, mi son chiesta : chi è che quando mi sfiora a malapena (ossia ignora, o considera poco) mi fa male e invece quando mi tocca forte (ossia mi considera molto) non mi fa male? mi è subito venuto da rispondere le mie cugine che abitano sopra di me che, che per colpa della mamma invidiosa sfasciafamiglie a periodi mi salutano, abbracciano ecc e a periodi si nascondono se mi incontrano per le scale e non mi salutano.
per me sono come sorelle, siamo cresciute insieme e anche se cerco di farmi scivolare le cosa addosso evidentemente non basta, infatti il mio organismo l` ha somatizzato nel pollice.
appena ho tradotto la metafora il dolore al pollice che da una settimana mi tormentava e sparito istantaneamente.
grazie dottoressa per la sua meravigliosa terapia verbale.
 
Alzheimer
Cara Gabriella,
ti scrivo per comunicarti che vedo un paziente con Alzheimer una volta ogni 15 giorni e ho iniziato a fare il massaggio con lo spazzolino, riferisce di stare meglio dopo la terapia, anche la sensazione degli occhi che gli escono dalle orbite diminuisce. Oggi gli ho detto di iniziare a farlo da solo tutti i giorni e ha apprezzato molto la proposta.
 
Caso di candida
Sono anni che soffro a fasi alterne di candida, nessuna cura tradizionale mi ha
mai portato giovamento. Negli ultimi 2 episodi ho usato la medaglietta, la prima
volta su suggerimento del mio medico. Ho avvertito man mano un senso di
liberazione e i tamponi sono risultati negativi. Questa è la mia
testimonianza... ma qual`è il significato della candida? io riflettendo ho
capito che per me indica assenza di libertà..
 
Terapia verbale, sogni e fiori di Bach
Ciao Gabriella, ero presente alla conferenza a Modena, sono floriterapeuta, naturopata ed erborista.
Ti riporto il mio caso perché credo ti possa interessare.
 
Dal terzo mese di gravidanza (ora sono di 5) soffro di emorroidi, non sanguinanti ma fastidiose. Mi sono domandata cosa voleva dire il sintomo e la risposta è stata "come se qualcuno me l`avesse messo nel culo". Ci sono rimasta male perché non capivo e di primo acchito ho pensato alla gravidanza o all`insistenza di mio marito per avere un figlio. In base alle tue spiegazioni sui fiori di Bach ho pensato di prendere HORNBEAM (per lo sfiancamento venoso) per bocca e l`ho messo anche nella crema che uso localmente.
Di notte un sogno mi ha chiarito che non è stato né mio marito né la gravidanza ma una persona a noi molto cara che proprio in questo periodo ci ha stufato, tradito ecc...ecc....
Vorrei quindi dirti che la terapia verbale è fantastica ma la mente alle volte può non rispondere correttamente alla domanda. Nel mio caso il Fiore attraverso il sogno, e quindi l`inconscio, mi ha chiarito molto di più della mia risposta istintiva.
Un caro saluto
 
allergia ai pollini
Gentile Gabriella, ci siamo viste parecchi anni fa a Torino. Allora avevo una allergia molto forte ai pollini, complicata da attacchi d`asma violenti ed apnee notturne. Avevo (e ho pare tutt`ora) una tiroidite autoimmune. Lì per lì ricordo che la sua risposta mi parve non soddisfacente. Mi disse che i miei problemi erano di natura sessuale.
Io non ho mai sofferto di frigidità, e quindi non capivo bene a cosa si riferisse. La ruminai parecchi anni. In effetti, il menage sessuale con mio marito arrivò alla stanchezza più totale. Poi tre anni fa mi sono separata da mio marito e ho iniziato una nuova vita, più libera di prima, anche se molto più dura. L`asma oramai ce l`ho solo le rare volte che mi capita di dormire dal mio ex marito :) la tiroide di fatto è statica. Ho capito bene che il mio corpo si incazza quando LO COSTRINGO A FARE QUALCOSA che non mi piace. comunque la ringrazio, le sue parole, anche se inizialmente mi destarono perplessità, le compresi in seguito meglio, quando fui pronta.
Un caro saluto
 
Il mio gozzo multinodulare
Le avevo scritto all`incirca due mesi fa riguardo al mio gozzo multinodulare con presenza sulla parte dx di un nodulo all`incirca di 4 cm che sporgeva all`esterno. dopo all`incirca 7 anni di terapia prescrittami a base di eutirox 100, fra l`altro senza sintomi, ma solo a detta dell`endocrinologo per evitare che il nodulo crescesse ancora, e con la prospettiva di dovermi operare, poichè negli anni era cresciuto ancora di qualche mm, mi sono affidata a quello che lei diceva e alla pagina degli amici di gabriella mereu e ho cominciato a prendere i fiori, ho fatto all`incirca un mese con pmk affiancandola all`olio con vervain e water violet da applicare 2 volte al giorno. ho cominciato a guardare in maniera diversa le cose e dopo la pmk, grazie all`iuto della pagina di prima,e ai suoi consigli mi sono autoprescritta dopo la pmk una miscela con white chestnut per il cibo come fissazione, willow, perchè rimugino, rock water per la rigidità, heater,perchè attiro l`attenzione ammalandomi,pine per i sensi di colpa, e nel frattempo sto usando anche pine puro e continuo con l`olio e mi sono presa la responsabilità di dimezzarmi la dose di eutirox da un paio di giorni perchè ho deciso di non volerlo più prendere.
continuerò così sino al mio rientro in italia , io abito in nigeria che dovrebbe avvenire fra due mesi all`incirca.
tutto questo innanzitutto per ringraziarla ma sopratutto per dirle che il mio nodulo prima visibilissimo adesso è appena accennato, la bottiglietta con l`olio sta pre terminare, io sento di voler continuare ancora, mi darebbe se può un suo parere?
la ringrazio ancora e le auguro una buona giornata.
 
Perdite vaginali
In occasione della conferenza che ha tenuto a Creazzo le chiesi cosa fare in caso di perdite vaginali gialle maleodoranti (le avevo da qualche mese dopo il ciclo). Beh, le sue poche parole sono state molto chiare e l’associazione che avevo fatto era lampante. Già da quella sera non si sono più presentate.Oggi ho pochissimo muco.... quasi nulla e seguo la dieta senza muco, che tra l`altro lei mi ha consigliato.
Grazie di cuore.
 
Per rimanere incinta
BUONGIORNO DOTTORESSA GABRIELLA...VOLEVO SOLAMENTE DIRLE GRAZIE....LE RACCONTO LA MIA STORIA IN BREVE....L`ANNO SCORSO HO PARTECIPATO A UNA SUA CONFERENZA A CAVAZZALE (VI)...E MI E` STATA UTILISSIMA X ACQUISIRE FIDUCIA IN LEI E NELLA TERAPIA VERBALE....IL MO "PROBLEMA" E` CHE NON RIUSCIVO A RIMANERE INCINTA....ERA GIA` DA UN ANNO CHE IO E MIO MARITO DORMIVAMO CON UN BAMBOLOTTO....MA EVIDENTEMENTE NON BASTAVA....DOPO LA CONFERENZA LE HO SCRITTO E LEI MI HA DETTO DI PROVARE CON LA MEDAGLIETTA E CON FIORI DI BACH ESSENZA DONNA CON SHE OAK.....RISULTATO?????TRA UNA VENTINA DI GIORNI POTRO` VEDERE GLI OCCHI DELLA MIA TANTO DESIDERATA BAMBINA.....E QUESTO GRAZIE ANCHE A LEI....
 
PS: SABATO CI SARO` ANCHIO (ANZI CI SAREMO) A MARANO VICENTINO....CHE E` PROPRIO IL MIO PAESE...E VERRO` CON TANTI AMICI....VISTO CHE CONTINUO A PARLARE DI LEI...FINALMENTE POTRANNO CONOSCERLA E CREDERE IN LEI...
ANCORA GRAZIE
FRANCESCA
 
Cisti ovarica
Ciao Gabriella volevo ringraziarti per avermi aperto la mente. sei davvero fenomenale!!!!
sono riuscita a curare una cisti ovarica di 5 cm individuando la metafora da sola... :)
appena l`ho inviduata mi sono sentita un calore attraversare il corpo e subito dopo ho avuto la sensazione come se stesso scendendo il ciclo. dopo 2 giorni mi è venuto davvero.
Sto prendendo Chicory e Willow per la ritenzione e mi sono sgonfiata tantissimo.
Grazie di cuore
Sono felice grazie a te che mi hai ILLUMINATA.
Tanti baci
 
Verruche inguinali
Gent.ma Dott.ssa Mereu,
un anno fa, in seguito ad una e-mail, avevo parlato con lei al telefono riguardo ad un problema che avevo. Mi erano comparse delle bollicine simili a verruche nella zona genitale. Grazie a Lei e ai suoi metodi, anche se con un po` di tempo, sono riuscita a guarire. Ho appena comprato il suo libro, "La Malattia: la Trappola dell`Eros" e non vedo l`ora di cominciarlo. In questo momento penso di aver davvero bisogno della lettura delle sue parole.
La ringrazio ancora per il sostegno e l`aiuto.
 
Papà e cagnolino
Cara Dottoressa Mereu è successo qualcosa di strepitoso dopo questa sua mail. Il mio cagnolino si è ripreso, ha dormito bene tutta notte e stamattina non aveva più dissenteria e ha anche mangiato. Mio papà che da un mese è bloccato a letto per una lombosciatalgia con dei dolori tremendi, in più il piede sinistro sinistro non riusciva più ad appoggiarlo a terra dal dolore e sentiva proprio anche cedere la gamba. Invece anche lui sta mattina riusciva a camminare senza più avere le stampelle e appoggiava anche il piede in qualche modo. Pensa che ci sia tutto un collegamento con me ed i miei problemi????
La ringrazio di cuore per tutto
 
Come sono rimasta incinta
Buongiorno Gabriella,
è da tempo che le volevo scrivere per darle notizie circa la sua terapia che ho seguito.
Mi chiamo... ci siamo viste nel suo studio a Cagliari nel marzo scorso e avevo questi piccoli problemini: cistite, papilloma virus localizzato sulla vulva all`esterno, e da due anni io e mio marito non riuscivamo a concepire nonostante i nostri tentativi.
La sua diagnosi/terapia era stata: medaglietta (è stato divertentissimo), paura del giudizio di mio padre - e quindi degli altri -, per cui mi ha consigliato di farmi dare il "permesso" da mio padre di fare sesso e avere figli, e infine procurarmi un pupazzo e fingere che fosse mio figlio.
 
Ecco i risultati: A maggio sono rimasta incinta, ora ho una pancia pazzesca!!! Ed è stata una gravidanza proprio tranquilla, nonostante la mia ossessione del dolore e del parto.
La cistite era passata, ma poi è tornata e l`ho curata con yogurt e fermenti lattici e non è più tornata.
Per il papilloma mi aveva detto che era "carne che cresce", probabilmente i figli che non arrivavano.
Non so se li ho ancora, visto che sono quasi asintomatici ma tornerò senz`altro da lei appena mi assesto dopo il parto.
Per ora grazie e a presto.
 
Alluce valgo
Cara Gabriella, mi sta venendo l`alluce valgo, come le avevo già scritto, ma stanotte ho avuto la sensazione che quello che sento sotto i piedi sembrino due palle...a quel punto sono scoppiata a ridere da sola perchè mi sono chiesta: ma ho le palle sotto i piedi??? in effetti ultimamente mi cago addosso (scusi lo stile) per qualsiasi cosa e che palle!!! tirale fuori mi son detta! (visto che ce le ho...) cosa ne pensa??? lei dice che quando il paziente ride è un buon segno.. sta di fatto che stamattina ho cominciato a tirarle fuori e mi sento molto bene!
 
Mi sono sbloccata
Volevo ringraziare la Dottoressa Mereu per le sue ricerche e l`efficacia delle sue proposte di autoguarigione.
Sono una studentessa di università e ho effettuato il rito del titolo di studio per sbloccarmi, visto che era
da un anno che non mettevo piede all`università dopo l`ennesima bocciatura ad un esame.
C`è da dire che ho una media alta, non ho mai ripetuto un esame più di una volta e ho sempre affrontato bene
gli ostacoli degli studi, ma qualcosa negli ultimi tempi era cambiato. Arrivata a fine percorso, questo esame
era diventato un tormento e non sapevo proprio come fare. Con il rito consigliatomi dalla dottoressa l`altro
ieri ho superato l`esame e sento che qualcosa è cambiato: ciò che mi sembrava insuperabile, la laurea, adesso
la percepisco con molta più leggerezza.
Grazie alla dottoressa.
 
Autoguarigioni
Carissima dottoressa mereu...
volevo ringraziarla immensamente per i suoi consigli e la sua spiccata dote per risolvere i malanni che manifestiamo
fisicamente a causa delle somatizzazioni psicologiche!!! Sa pian piano sto imparando a conoscermi meglio e ad associare i miei piccoli dolorini
improvvisi alle cause che li scatenano come le liti con mamma o con il fidanzato che mi fanno venire puntualmente la faringite o la candida di
cui ho sofferto per lunghi anni a caua , poi ho scoperto, di una insoddisfazione sessuale con il mio ex benchè lo amassi a livelli
inverosimili quasi morbosi tanto da ridurmi a svalutarmi totalmente!!!
Tra i piccoli dolori che ho curato da sola grazie a lei le racconto questa di 2 giorni fa: è da alcuni mesi che soffrivo di un dolore al
piede tra la caviglia e l`alluce una sorta di fitta,una puntura acuta che si acccentuava mentre camminavo e che sentivo stando a letto la
notte, tanto che avantieri zoppicavo dopo aver fatto una passeggiata in spiaggia. La notte mentre lavoravo a maglia e sferruzzavo in relax ho
pensato al mio dolore ... ho pensato che il ferro da maglia puv= pungere come pungente era il mio fastidio.. cosv¨ ho batezzato il ferro con il
mio nome e oggi il dolore è svanito!!!! Come da lei suggerito nel dvd non l` ho detto ancora a nessuno del mio traguardo per non insediare il
dubbio nel mio cervello e evitare che il dolore torni , ma son certa non tornerà!!! :-)
 
Oppressione
Cara Gabriella,ti ringrazio tantissimo per la cura che mi hai dato,mi faceva male il piede per una caduta che avevo avuto 1 mese prima, mi era passato,ma dopo 1 mese mi era tornato il dolore e non capivo perchè, non riuscivo ad appoggiarlo e zoppicavo,ti scrissi una mail ,e tu mi dicesti che ero "oppressa",collegai e diventai consapevole della mia oppressione ad una situazione che credevo di aver superato e invece eccola li presente, con quel dolore al piede ,che era tornato quando avevo visto una persona,il mio corpo mi dava un segno, mi hai dato Star of Bethlem,honeysuckle,centaury,sweetchestnut,holly, e la parola" oppressa "ha risvegliato in me qualcosa di positivo.Insomma il male al piede è passato dopo 1 mese che prendevo i fiori,io mi sento benissimo,son tornata ad essere me stessa e quella persona non mi fa pivp nessun effetto!!!
Grazie Grazie Grazie
 
Da un medico agopuntore di Prato: casi di terapia verbale
Ieri sera ,mentre visitavo una casa famiglia di miei pazienti handicappati, uno di loro ha avuto un attacco di epilessia ed e` caduto per terra. Mi sono avvicinato ed ho sussurrato , come dice la Mereu: < Come sei brutto cosi` in terra e vuoi fare il morto , far finta di morire. Il paziente dopo poco si e` ripreso ( ripresa che in genere necessita di mezz`ora) ed ha detto:< mi e` venuto sonno>. Sono rimasto stupito dalla velocita` di passaggio dall`attacco vero ( ne ho visti a centinaia) e il recupero dopo le mie parole. Negli ultimi 2 mesi ( io che faccio agopuntura) ho aggiunto anche tecniche della dott Mereu. Sette pazienti che erano venute da me per avere figli, sono rimaste incinta (tutte e sette) dopo aver messo un ago in una zona dell`orecchio che corrisponde all` utero e aver detto di comprare un bambolotto e di portarlo a letto con loro tutte le sere, per 1 mese,come fosse un figlio. Tutte e sette ora aspettano un bambino. Non e` certo merito mio , noi siamo solo un tramite . Il terapeuta che crede di essere lui che guarisce e` uno stupido presuntuoso e non ha capito niente di come funziona la guarigione
 
Mia madre
Dopo la morte di mio padre, anche mia madre in iniziò a stare male( non ha mai avuto niente neppure influenza con febbre al di là di ansia e vertigini che da giovane le impedivano di uscire di casa). Iniziò ad accusare dolori alle gambe e alle mani, torpidità agli arti e dolori a braccia e gambe e peggioravano a letto e miglioravano con il movimento durante la giornata. Fece degli esami e risultò alterato l`esame che evidenzia reumatismo e conseguente. Arrivò al punto di stare molto male e non riuscire più ad alzarsi dal letto e quindi si decise per il ricovero. Effettivamente dopo una ventina di giorni migliorò molto ( somministrarono cortisone e un farmaco per l`artrite)e le fecero una visita agli occhi in una clinica oculistica. Quando volli parlare con il medico (famoso reumatologo) mi disse che queste malattie sono irreversibili e tendo al peggioramento e si possono solo rallentare nel loro peggioramento con dei farmaci che hanno anche loro i loro effetti avversi. E in particolare questo farmaco poteva rovinare la retina del`occhio ecco il perchè della visita oculistica! Al che chiesi se il cortisone che avrebbe preso a casa come cura assieme a quel Comunque per farla breve quando uscv¨ dall`ospedale stava meglio e dopo un mesetto che aveva dei fastidi da questo farmaco che la stontonava‚ decise lei di lasciarlo e quindi le dissi di chiamare G.
Rimase ben impressiona dalla discrezione di G. e delle cose che le disse anche se non capiva cosa centrasse l`erba gramigna del giardino e poi diluita e dinamizzata in acqua e poi altre cose. Secondo me capì¨ benissimo la sua coscienza in modo inconsapevole( io la esortai a non parlare con nessuno di cosa si dissero, e poi le spiegherò il perchè). Per farla breve mia madre sta benissimo e non fa alcuna cura e neppure crede a quello che le disse il medico , di tanto in tanto ogni 15 20 giorni prende un aulin quando ha qualche doloretto e tira avanti cosv¨. và completamente autonoma e va in gita ovunque ogni volta che ne ha l`occasione.
Prima di natale le venne un`afonia senza dolori di alcunchè e le durò quasi 20 giorni , e con cautela andai a spiegarle come le cose stavano andando con le autorità comunali , banca ecc ecc‚ e la voce è tornata.
 
Dolore da impotenza
La prima volta che mi sono rivolto a Gabriella Mereu perchè avevo un dolore da un mesetto ,che dalla spalla sinistra scendeva lungo il braccio .mi rendeva difficili tutti i movimenti e peggiorava molto quando stavo seduto sul divano di casa. Il dolore dava la sensazione di tirare.
La risposta fu che il dolore di quel tipo esprime la rabbia e il fatto di colpire il braccio indicava impotenza , nel senso di non poter fare, non avere la forza di fare qualcosa
G. scrisse una formula che ancora ho nel portafoglio dal 2003, scrisse: PER PAURA DI ESSERE GIUDICATO NON SI PRONUNCIA PUR CONOSCENDO LA VERITA`.
Per risolvere il conflitto ho attuato la visualizzazione di avere la rabbia sul braccio e una notte dopo avevo nuovamente la funzionalità del braccio e nessun dolore.
 
- Più avanti mi sono rivolto nuovamente a G. perchè avevo l`unghia incarnita che aveva generato un`escrescenza di carne viva sul pollice del piede destro. Io periodicamente dovevo entrare sotto la guancetta per tagliare l`unghia a fondo , fin da ragazzino 15-16 anni. Però questa volta il pollice divento paurosamente grosso e la carne viva era dolorosissima e a stento riuscivo a mettere le scarpe. Solo lo sfregare la calza sul dito faceva un male cane ed era talmente grosso che non credevo potesse tornare normale. Ero già quasi rassegnato a dover andare a farmelo operare.
Ne parlai con G. e lei svelò il conflitto sessuale a monte. Ossia un matrimonio non consumato. Effettivamente il matrimonio fu consumato ma qualcosa non andava. Comunque la consapevolezza e il riscontro di ciò fece si che la notte successiva ( consumai consapevolmente ) e la carne viva iniziò a ad asciugarsi, poi con l`aiuto della argilla verde nel giro di poco tempo il dito sputò fuori il pezzetto di unghia incarnito e il dito tornò normale in brevissimo tempo.
 
Di recente Mi rivolsi nuovamente a G. perchè successivamente ad uno starnuto mi venne una fitta che dal collo irradiava al braccio sinistro,e non intendeva passare, peggiorava girandomi nel letto, e lei svelò che mia moglie era troppo fitta. Al telefono stesso il dolore mi passo per avere un leggero ripresentarsi dopo poche ora, ma ormai sapevo come andare a parare, dopo una notte passò tutto.
Ora le voglio dire una cosa: ho visto e continuo ad averne testimonianza che quando le persone che hanno ricevuto un trattamento energetico ne parlano subito ad amici e conoscenti , gli effetti sono poco duraturi e di lieve intensità. Quando le persone trattengono le informazioni che siano verbali ( quindi anche a livello di coscienza) o energetiche(informazione energetica che comunque è intenzionale da parte mia e quindi crea una realtà che può essere trasposta nella coscienza e materializzarsi nella realtà esterna) gli effetti sono intensi ed efficaci e danno buoni risultati. Mia moglie ha saputo dopo anni che il conflitto dell`unghia incarnita era di tipo sessuale, per era importante elaborare la cosa e guarire e ho preferito tacere. Non ha neppure saputo subito che era lei troppo fitta, e neppure che il conoscere e non poter dire la verità mi blocco il braccio. Quando lei parlo con mia madre le dissi prima di non raccontare nulla a nessuno neppure a me e vedo dei buoni risultati da questo.
Quando dimentico di dire questo particolare importante alle persone sono certo che mi richiamano a breve perchè dopo il miglioramento hanno avuto un nuovo peggioramento.`
 
Primo orgasmo
Lei è una Santa donna!!
...ci siamo viste ieri pomeriggio, le ho accenato dei miei problemi sulla sessualità e sulla verruca, e unghia incarnita....beh oggi la parte superficiale della verruca si è staccata....ho provato il mio orgasmo interno per la prima volta a 34 anni!!! Alleluia :DDDD Grazie di cuore
 
Afte in bocca
`All`inizio dell`estate avevo costantemente delle afte in bocca e sulla lingua.
Se prima avevano una cadenza ciclica di circa tre mesi, da luglio erano
diventate croniche; variava solo l`intensità del bruciore con cui si facevano
sentire. Il fastidio era lancinante: facevo fatica a parlare e a deglutire,
assaporare il cibo era diventato difficile masticare era doloroso e la tendenza
ad ogni pasto era quella di ingoiare per fare in fretta e limitare il tempo di
quella sofferenza. La mia bocca stava marcendo: più mi faceva male più
diventava difficile tenerla pulita Ho scritto alla Dottoressa Mereu una mail,
pensavo afte=bolle=rabbia ma il mio elenco delle persone con cui potevo essere
arrabbiata non risolveva il problema. Diagnosi della dottessa Mereu: Sei
molto arrabbiata e risentita ma non osi dirlo forse neanche confessarlo a te
stessa perche` sei repressa. Per quello ti spavento io che non sono
repressa. Cura:un mix di fiori di Bach e un libro sugli stessi fiori. La
sensazione: quella rabbia è finalmente uscita fuori. Dopo una settimana mi è
venuta un`afta più piccola e meno dolorosa delle altre vicino al labbro,
veramente sembrava che quella rabbia uscisse fuori. E poi basta afte! Grazie
Gabriella non solo perchè mi hai curata senza conoscermi e senza chiedermi
nulla ma perchè con quello che fai per telefono, su fb e in ogni dove mi
ricordi quanto la vita mi sostenga e quanto sia bello vivere libera e leggera
senza paura di perdere qualcosa che in fondo non mi appartiene. Grazie davvero!`
 
Fibromialgia
`Visto che si e` parlato di fibromialgia voglio esporre il mio caso,
brillantemente risolto grazie all`aiuto di Gabriella. Ho sofferto di
fibromialgia per 4 lunghi, intensi e dolorosissimi anni. Anni molto difficili,
un continuo peggiorare tra diagnosi sballate ( prima di arrivare alla diagnosi
sono passati due anni) e cure assolutamente inappropriate, tra antiepilettici e
psicofarmaci, con tutti g...li effetti collaterali che possono produrre....ero
un fantasma,non mi reggevo in piedi, pensate che ogni mattina per alzarmi dal
letto avevo bisogno dell`aiuto di una persona. Tenevo duro,ma la situazione era
molto difficile, e non accettabile, soprattutto a 30 anni....finche` un bel
giorno mi decisi a chiamare Gabriella,consigliatami da un caro amico. ricordo
ancora quella data...15 Giugno 2009.... Gabriella mi ascolto` mentre descrivevo
quei sintomi e mi fece scrivere, finche` arrivò alla sua conclusione: la
Guerra!! Io ero sempre in guerra,sempre all`erta, contro tutto e contro
tutti....e difatti i muscoli erano irrigiditi, sempre all`erta da un fantomatico
nemico che non esisteva ma era solo dentro la mia testa..ogni sintomo aveva una
spiegazione...una straordinaria metafora che spiegava ogni sintomo di quella
fantomatica lotteria ( da lotta ovvero guerra). Provarla non costa nulla. Io
stesso ero convinto che sarei migliorato, ma non sino al punto che la patologia
regredisse totalmente, che il corpo tornasse al suo stadio originale... Sentivo
le modifiche addosso e mi stupivo di quanta energia emanavo... La schiena si e`
raddrizzata come per magia... Mi sentivo piu` alto... E difatti mi sono `
alzato` di 2cm... Sono totalmente un`altra persona rispetto a quei 4 anni... Io
fossi in te proverei subito la terapia, non hai nulla da perdere, e non e`
invasiva come certe cure... Se hai la fibro immagino prenderai quella merda..
Non serve a nulla...`
 
Perdere il grasso
l`ho sperimentato su di me e forse puo essere di aiuto è un rito per liberarmi dei kg in eccesso: ho messo il mio grasso in una scatola di cartoncino bianco, la ho sigillata tutta con la colla o meglio con il silicone, un bel fiocco e ho scritto sopra Iole grassa e la ho battezzata così. Sarà il rito, sarà che era arrivato il momento ma 9,5 kg in due mesi sono andati.
 
Eruzioni in viso
`Tre mesi fa, avevo eruzioni (prevalentamente di colore rosso) in viso, una chiazza bianca sul braccio, la cui dimensione stava aumentando col passare del tempo e un forte prurito all`interno del polso destro. Tra l`altro, da qualche mese mi era spuntata una leggera peluria nel petto.
La dottoressa Mereu mi ha curato con la seguente affermazione:
`Non puoi fare cio` che vorresti (polso) perche` hai vergogna( chiazze in faccia) anche di comunicare( chiazza nel braccio),a causa del fatto che sei donna (peli in petto).`
Come al solito (non era la prima volta che mi rivolgevo a lei) ci aveva preso in pieno! La chiazza sul braccio è sparita nel giro di pochi giorni e non si è più ripresentata; le eruzioni cutanee sono migliorate fino a sparire nel giro di due settimane (anche se, purtroppo, nei periodi di stress tendono ancora a ricomparire ma in misura molto minore) e anche la peluria è diminuita sensibilmente.`
 
E io calpesto
io non me lo so spiegare
ancora come, durante una trasmissione di realta allo specchio dell`anno scorso ho mandato un sms con su scritto il mio disturbo: un forte dolore alla caviglia e sotto al piede, sabrina lo ha letto, e lei mi ha dato la cura dopo una breve spiegazione.:prendi una foto di tua madre e pestala forte. azz il dolore è sparito, ma non del tutto, li ho capito e ho pestato anche la foto della mia ragazza. doppio azz potevo saltare come una capretta(di 100 kg), ho notato pero che da quei giorni in poi sia mia madre che la mia ragazza davano veri e propi segni di scuilibrio nei miei confronti. come mai? e anche 1 volta sucessiva che ho riprovato.
comunque GRAZIE gabriella
..
 
Mal d`orecchi e fiori di Bach
Gentilissima...
Ancora grazie! Ho seguito le Sue indicazioni per la recidiva di Otite all`orecchio destro, in assenza di febbre ma con dolore non importante ma fastidioso. Lei mi ha suggerito l`assunzione di: STAR OF BETHLEMHEM e BEECH insieme, 4 gocce x 6 volte al giorno. Il dolore e passato in un giorno e una notte, il gonfiore in pochi giorni di seguito anche il prurito interno e` cessato. GRAZIE
 
Emorroidi sul trono
`Cara Gabriella, il trono per le emorroidi ha funzionato subito e bene. Appena seduta mi è venuta una risata, poi ho detto la frase `questo è il mio trono` e la mattina successiva non avevo più niente.
Lo sto consigliando a chi il problema emorroidi, ovviamente alle donne perchè gli uomini dicono che non hanno mai niente. Mah...
Io sono una pranoterapeuta e lavoro tanto anche con i fiori di bach e ogni tanto mi scappa fuori la terapia verbale, come un istinto.`
 
La medaglietta funziona sempre
Gentile d.ssa Mereu, sicuramente non si ricorderà di me, ma volevo dirle che la tecnica della medaglietta ha avuto risultato e sono guarita della candida che mi
affliggeva da tempo. Inoltre con il trattamento con i fiori di Bach che lei mi ha consigliato sto avendo buoni risultati e mi sembra che lo slancio e la forza
che mi danno mi stia aiutando a fare delle scelte veramente consapevoli x la mia vita. Insomma mi sto curando e lei è stata un fondamentale trait-d`union tra me
ed il Divino. La ringrazio e la rivedrò sicuramente da Fiorenzo o al Congresso ad Ottobre. Le auguro che le ritorni tutto l`Amore che dà centuplicato.
 
Il trono e le ragadi
Cara dottoressa, il trono che mi ha suggerito due settimane fa per curare una ragade mi ha aiutato molto,i dolori non sono spariti ma molto diminuiti.
 
Nuova gravidanza
Gentilissima dottoressa, sono M, volevo comunicarle che aspetto un altro bimbo nonostante l` endometriosi, sono alla seconda gravidanza. Le sue cure sono miracolose, le proponga a tutte le donne che hanno qualsiasi problema perché possano ritrovare fiducia in se stesse e provare il grande dono di essere mamma quest` anno ho 39 anni ed i miei bimbi mi aiutano a guarire. Con immenso affetto e stima, M
 
Emorroidi
`Cara dott. Mereu ecco come mi ha curato le emorroidi:
mi ha suggerito di `trovare la mia posizione`, in quanto le mie
emorroidi erano causate da un problema lavorativo. Mi ha suggerito di sedermi su una poltrona e pensare `questa è la mia posizione`, l`ho
fatto in ufficio e sono SPARITE! Grazie ancora!`
 
Tradimento
`
 
Ho un Calazio sulla palpebra destra da pivp di un anno, un`amica mi dà il numero di telefono della dottoressa Mereu. Alle 20 la chiamo e le dico del calazio.
Gabriella mi dice:
`sei stata tradita!`
Norma: `nel passato certo!`
Gabriella: `no! ora!!`
Norma: `ma come è possibile lei non mi conosce!`
Gabriella: ` indaghi, comunque prima o poi lo saprà!`
Ci lasciamo.
 
Alle 20.30 suono alla porta dell`uomo con il quale sto da 4 anni.
Non mi aspettava.
Apre la porta, mi guarda stupito, non vuole farmi entrare.
Ci picchiamo selvaggiamente!
infine entro e ci trovo una Ucraina che tremando mi dice di essere lì per prendere lezioni di italiano.
 
La Dottoress Mereu mi ha salvata da un avvenire disperato!`
 
Chackra del cuore
Salve dott. Mereu,
le invio questo sms per dirle che il mio `fungo` sul chackra del cuore è guarito dopo esserci viste a firenze e anche le lacerazioni dei piedi non ci sono più c`è nata pelle nuova e sana. Sto prendendo fiori come ha detto e devo cominciare bagni derivativi. Mi sento anch`io molto meglio in generale, mi sento meno impaurita e bloccata. Molte grazie a lei per ora
 
Puntura di zanzara
`Ciao Gabriella, o buongiorno,
scusa ma preferisco darti del tu. In questi giorni ho riletto il tuo libro `Malattia, la trappola dell`eros` e ho provato a sperimentare la tua terapia. Mia figlia di quasi 11 anni un giorno è stata punta più volte da una zanzara e continuava a lamentarsi che gli prudeva e pungeva, allora le ho chiesto `Chi è che ti punge?` mi ha risposto `Stefano` il fratello di 14 anni e mezzo che rompe, non si è più lamentata. Il giorno dopo ho notato che aveva una pustolina anzi un puntino sull`esterno della palpebra inferiore, le ho richiesto `chi e che ti punge?` `Stefano` `e oltre a Stefano?` `Lisa` una sua compagna di scuola con cui ha avuto dei problemi. Il giorno dopo il puntino non c`era più.
Grazie`
 
Magie della terapia verbale
`Piccola testimonianza:
qualche giorno fa mi sono svegliata con un gran male al collo, ogni tanto mi capita e avevo deciso di tenermelo, tanto prima o poi passa da solo. Il problema però era che quando ero sdraiata poi non riuscivo a tirare su la testa... non c`era mezzo, mi faceva un gran male e dovevo aiutarmi con le mani per sollevarla. Ho ragionato sul significato metaforico del sintomo: `mi fa male quando alzo la testa`, ho applicato qualche giro di EFT e, magicamente, al primo tentativo di risollevare la testa da sdraiata il dolore non c`era più e la funzione era completamente ripristinata!! Magie della terapia verbale (e anche di EFT)!
Grazie Gabriella, un abbraccio`
 
Dolore alla schiena
`ringrazio pubblicamente Gabriella x aver curato il mio dolore a metà schiena in poche ore!!da anni soffrivo di un dolore a metà schiena...sentivo come un pugnale.lei mi disse:chi ti tradisce?sono tornata a casa dei `traditori` e mentre il dolore si acuiva ho pensato..non mi stanno tradendo.. sono solo dei poveracci..non mi faranno piu del male.il dolore è cessato. GRAZIE GABRIELLA e scusa se uso il tuo nome con confidenza ma è perchè ti sento amica visto che a differenza dei `medici` tu non mi hai chiesto niente.`
 
Diploma
`Il presente scritto si riferisce ad un diploma conseguito da un fisioterapista che era bloccato negli studi e che mi aveva telefonato per chiedermi aiuto .Io gli ho prescritto di simulare un certificato di diploma dove il Magnifico rettore portava la firma del padre .Il diploma dell`allegato e` il suo diploma vero. Ho aiutato cosi` a diplomarsi e laurearsi anche altre persone.
 
Buonasera dottoressa Mereu,
circa 2 anni e 6 mesi fa`, dopo aver provato per ben 9 volte l`esame del corso integrato di Neurologia,
feci quella telefonata, mi sentivo `quasi` stupido, perchè non credevo alla possibilità che la testa potesse davvero sabotarsi fino a questo livello...
questo è il mio regalo di compleanno per lei, magari le sembrerà stupido, ma per me ha una valore inestimabile,
visti anche gli enormi sacrifici e le privazioni nei diversi anni di studio per raggiungere questo traguardo.
grazie ancora,
`
 
Eczema su mio figlio
Cara Gabriella,
 
ti ho sentita alla radio Gamma5 e subito ho sentito una forte attrazione per quello che dicevi
 
ti ho chiamata per un problema di Eczema su mio figlio e le tue parole....lo hanno guarito....
 
volevo ringraziarti anche perchè grazie alle tue parole mio figlio si è aperto con me in modo
 
tranquillo e siamo stati contenti entrambi. Sei una forza della natura e ti stimo tantissimo.
 
GRAZIE
 
Guarigione del fisico e dell`anima
`Circa sette anni fa il Prof.Van Hemert mi ha indirizzato dalla Dott. Gabriella Mereu e, a distanza di anni, gli sono ancora grata. Ero bloccata a letto, a fasi alterne, da circa 6 mesi per una `lombosciatalgia di natura discale`; si trattava di una ricaduta dopo appena due- tre anni in cui ero rimasta a letto per circa tre mesi pressocchè paralizzata.Dopo aver provato con i soliti Lyseen, Muscoril,Bentelan che non avevano avuto alcun effetto, mi ero recata dal Prof.Van Hemert che mi aveva rimesso in piedi, anche se persisteva un certo dolore. Non ero ancora del tutto guarita,ma questa parziale guarigione dipendeva solo da me che ero,nonostante il miglioramento,ancora scettica sui metodi alternativi del Prof.Van Hemert. Fu a questo punto che lui mi disse di mettermi in contatto con la Dott. Gabriella Mereu e mi spiegò, a grandi linee, il suo metodo.Nonostante il mio sconcerto iniziale,qualche giorno dopo, chiamai la dottoressa che mi trattò abbastanza male quando le parlai del mio problema in termini puramente medici e mi disse che se non volevo collaborare era meglio che lasciassi perdere. Non avevo ancora capito bene,ma comunque,dopo qualche ora,ricontattai la dottoressa e mi `sciolsi`,nel senso che iniziai a parlare un po` di me e di quello che non andava nella mia vita. A questo punto lei mi disse che mi avrebbe mandato un suo libretto.Quando arrivò `La terapia verbale` letteralmente lo divorai e, mentre leggevo, il mio scetticismo poco a poco svaniva. Mi dicevo:`se altre persone sono guarite con questo metodo perchè la stessa cosa non può capitare a me?`...e mentre leggevo guarivo... e non solo, mi entrava una forza e una voglia di fare.Ho veramente sperimentato una guarigione del fisico e dell`anima.
 
Un cordiale saluto
Rosita da Roma`
 
Pipì a letto
Mia figlia Elena non aveva mai smesso di fare la pipì a letto ed ero preoccupata perchè
ormai 11 anni mi sembrava grande ...lei mi ha detto che la bambina voleva rimanere legata a me .. le ho parlato dei miei problemi di leucorrea
da quando avevo 10 anni dopo la morte di mia madre..le ho detto che anche le sorelle di mia madre sono morte di tumore al seno e lei mi ha detto
che lo schema si ripete in famiglia...ho fatto medaglietta...le mie perdite stanno scomparendo e a mia figlia ho chiesto ..Elena hai paura che io ti abbandoni?
lei naturalmente mi ha detto..NO.. le ho risposto...IO NON TI ABBANDONO SONO QUA MA TU STAI CRESCENDO E SEI BRAVA ANCHE QUANDO IO NON CI SONO
...non so cosa sia successo ma mia figlia non ha più fatto pipì a letto…
 
Mastite al seno
Carissima Dottoressa Gabriella,
la vorrei ringraziare tanto per l’aiuto che ci ha dato, ad esempio quando mi ha guarita da una mastite al seno chiedendomi : Con chi si è arrabbiata ieri? Effettivamente mi ero arrabbiata con la piccola che allattavo perchè non mi aveva permesso di preparare adeguatamente la cena per gli ospiti. La mastite è guarita
 
GRAZIE
Gentile dott. Mereu
sono venuta a Cavazzale per vederla alla conferenza organizzata dall`associazione La Corte.
Sono riuscita a contattarla telefonicamente la domenica sucessiva per alcuni problemi miei
e di mia figlia...Ora ho contattato Luciana molto disponibile e gentile ...VOLEVO DIRLE GRAZIE PERCHE`
MIA FIGLIA ELENA CHE SOFFRIVA DI ENURESI NOTTURNA NON HA PIU` FATTO UN GOCCIO DI PIPI` A LETTO
E DA CIRCA QUATTRO CINQUE GIORNI NON USA PIU` IL PANNO. MI SEMBRA UN MIRACOLO...HO FATTO MEDAGLIETTA
E ANCHE LE MIE PERDITE BIANCHE DALLA VAGINA SI SONO NOTEVOLMENTE RIDOTTE... GRAZIE GRAZIE SONO FELICE
LE EMORROIDI SANGUINANTI DI MIO MARITO DALLA SERA DELLA CONFERENZA NON HANNO PIU` SANGUINATO...
LA SUA TERAPIA PER NOI E` STATA FANTASTICA...GRAZIE PER AVERMI DATO IL NUMERO DI LUCIANA.
LA SARDEGNA E` MERAVIGLIOSA 2 ANNI FA SIAMO STATI A CHIA IN VACANZA TROPPO BELLO.....
SPERO DI RITORNARE PRESTO........
BUONA SETTIMANA
 
Dito medio
E il giorno dopo che mi hai visto ho iniziato a star meglio e in una settimana é svanito il problema al dito medio che mi accompagnava da novembre!grazie cara!!
 
Caso di amenorrea
`Due anni fà, presso un negozio di prodotti biologici ( dovevo comperare della soia e del miglio) un suo libro ha catturato la mia curiosità e l`ho acquistato. Divorato tutto d`un fiato, devo essermi rispecchiata in qualche caso raccontato, perchè ho applicato una sua tecnica e `miracolosamente` ( non vi è altro termine per definire ciò che è accaduto) ho risolto un problema che per tutta la vita mi ha accompagnata: l`amenorrea.
 
Probelma questo che negli ultimi anni si era aggravato parecchio e che senza stimolazione ormonale (pillola su pillola) il ciclo non si verificava per niente. Nello specifico prima di infilarmi una madonnina in vagina ero esattamente 9 anni senza un ciclo spontaneo. Ora da due anni, non dico di esser diventata svizzera, ma 3 o 4 giorni di ritardo al mese per me sono irrilevanti e comunque sono sempre 12 all`anno. E` un miracolo!! Dal momento che avevo fatto di tutto per risolverlo nei 25 anni precedenti , TAC e RM comprese.`
 
Cuneo alla scapola
`Carissima gabriella,
le scrivo per ringraziarla e per dirle che ` il cuneo alla scapola` è quasi sparito, avverto solo un senzo di pesantezza sopra la scapola che ora tratto con lo spazzolino da denti ( per quanto tempo? non ricordo cosa mi ha detto).
Per il resto devo aggiungere che la gamba e le costole non mi danno pi√π alcun fastidio.
Mi organizzo per incontrarla di nuovo a Bologna e spero veramente che lei possa aiutare anche mia sorella.
con molta riconoscenza.`
 
Vitiligine
`Gentilissima dottoressa Gabriella , ci siamo sentite per telefono poco fa e vorrei prima di tutto ringraziarla moltissimo . Come le dicevo soffrivo di una vitiligine comparsa all’improvviso sulle mani e poi estesasi abbastanza velocemente un po’ in tutto il corpo . Nello stesso periodo anche la mia tiroide ha cominciato a funzionare troppo senza darmi però i disturbi classici che secondo i medici dovevo avere . Tutto questo dopo una separazione molto brutta che si è poi conclusa con un divorzio . Quando le ho telefonato,qualche tempo fa , lei mi ha detto che c’era qualcosa di cui mi vergognavo molto e che dovevo risolvere . C’è voluto un po’ di tempo ma quando ci sono riuscita la vitiligine è scomparsa cioè io sono schiarita ma non ho più macchie ; non ho avuto questa estate il coraggio di prendere il sole ,ma la mia pelle è uniforme . Anche la tiroide è tornata ai valori normali . In tutto questo non ho preso nessuna medicina , perciò grazie e ancora grazie .`
 
Oppressione
`Cara Gabriella,ti ringrazio tantissimo per la cura che mi hai dato,mi faceva male il piede per una caduta che avevo avuto 1 mese prima, mi era passato,ma dopo 1 mese mi era tornato il dolore e non capivo perchè, non riuscivo ad appoggiarlo e zoppicavo,ti scrissi una mail ,e tu mi dicesti che ero `oppressa`,collegai e diventai consapevole della mia oppressione ad una situazione che credevo di aver superato e invece eccola li presente, con quel dolore al piede ,che era tornato quando avevo visto una persona,il mio corpo mi dava un segno, mi hai dato Star of Bethlem,honeysuckle,centaury,sweetchestnut,holly, e la parola` oppressa `ha risvegliato in me qualcosa di positivo.Insomma il male al piede è passato dopo 1 mese che prendevo i fiori,io mi sento benissimo,son tornata ad essere me stessa e quella persona non mi fa più nessun effetto!!!
Grazie Grazie Grazie`
 
Sintomi vari
`Gentile dottoressa,non ho avuto ancora il piacere di leggere i suoi libri ma ho curiosato nel suo sito e ho visto diversi filmati pubblicati in rete. Sono piacevolmente scossa. Per la prima volta sento parlare con le parole che ho sempre sognato: ascoltare e amare un paziente,permettere che egli possa guarirsi.
Molti anni fa il mio medico omeopata mi visitava anche al telefono perchè io imparassi,ad esempio,a dirgli esattamente che tipo di mal di gola avessi: `è il tuo corpo,chi meglio di te può farmi capire cosa hai?`
Negli ultimi anni la mia vita è molto cambiata. Non ho più un medico di riferimento o di fiducia e li evito. Ho letto anche libri del dottor Hamer ed è sempre stato chiaro per me che la malafede, l`ignoranza e la superbia di molti medici fossero in grado di farci ammalare.
A volte ho un mal di testa tanto forte che penso `ho un tumore!` e poi subito mi dico`brava!,il modo migliore per farselo venire!`. Evito il più possibile visite ed esami perchè sono una persona che si fa prendere dal panico e se penso di dover fare la radiografia al ginocchio già mi vedo disperata davanti ad una lastra che racconta di una malattia incurabile...
Ho dei sintomi che convivono con me da diversi anni:
una ciste al ginocchio sinistro,ciste molliccia che si muove e toccando qualche nervo a volte mi fa molto male;
la schiena un pò a pezzi, quasi un paio di ernie lombari forse venute a seguito della mia gravidanza o forse a causa del mio lavoro(faccio le pulizie);
poi sto mal di testa insopportabile che mi capita ogni tanto,ma forse è perchè sono donna e quando ci sono gli ormoni impazziti....
tra tutti questi, due malattie sono le peggiori,due cose che non sopporto:
la mandibola che fa crok e la lingua gonfia. In sostanza parlo come se avessi le patate in bocca. Se leggo ad alta voce o se parlo per molto la bocca le guance mi fanno malissimo e mi sento la saliva che mi riempie la bocca. Poi questa lingua mi fa quasi senso. Si gonfia e quasi la mastico. Ho provato per entrambi i casi a capire tramite visite ma non c`è stata nessuna soluzione.
Ho riflettuto,questi due sintomi alla bocca sono arrivati circa 10 anni fa quando ho partorito...forse tengo qualcosa dentro di me che non oso dire? Io penso che ci sia dietro qualcosa del genere.
Poco fa mentre guardavo il suo sito mi sono girata verso mia figlia che in questo periodo è molto stressata in special modo per lo studio. Ho urlato come una folle vedendo gli strafalcioni che aveva scritto in inglese e poi ho girato lo sguardo e sul monitor c`era la pagina del suo sito dove fa riferimento ai bambini...e insomma la mamma è quella che combina i migliori guai!
Alice ha tic nervoso,strizza gli occhi stringe il naso; tossettina secca e diarrea al mattino! E’ colpa mia giusto?
Finisco qua anche se continuerei per ore. Probabilmente non mi leggerà e non mi risponderà. Io comunque approfondirò leggendo i suoi libri e ho già visto che a inizio anno verrà dalle mie parti(Desenzano del Garda) e di sicuro verrò a sentirla.
Ad ogni modo ho avuto l`opportunità,con questa mail,di riflettere sulle mie paranoiche malattie!
la ringrazio tanto!`
 
Mal di denti e sensi di colpa
Avevo un forte dolore diffuso sul lato sinistro della bocca, non sapevo distinguere quale dente fosse. Era continuo intenso e a intervalli. La dentista era irraggiungibile, non sapevo cosa fare, il dolore con l’analgesico passava per poche ore ma poi ritornava.
Grazie ad un’amica riesco a contattare telefonicamente Gabriella Mereu, che mi dice: un senso di colpa è possibile? Io rifletto, e dico non credo di avere un senso di colpa invece…...
Quando è arrivato il dolore anziché bloccarlo, come facevo prima con un po’ di acqua in bocca, lo guardo, il dolore arriva all’apice, respiro, mi chiedo quale potrebbe essere il senso di colpa?
E all`improvviso mi arriva un’immagine accompagnata da un grande dolore e tanta commozione. Era un senso di colpa, “non essere stata vicino a mio padre quando è trapassato nell’altra dimensione”. Sono stata lì a piangere fino a quando non mi sono sentita liberata da ogni emozione, e subito dopo il dolore era completamente svanito, e non è più tornato.
Dopo una settimana sono andata dal dentista non avevo niente ai denti. Mi ha consigliato di fare una radiografia per sicurezza, ma io ancora non ho fatto niente, sto bene. Grazie Gabriella
 
Conclusione dell`esperienza maschile
gentile Sig.ra Mereu
continuo con la condivisione
mercoledi 03 novembre le mie emorroidi non ci sono piu, rimane un lieve bruciore ma sò quello che vuol dire
tutto merito del libro
funziona
grazie
 
Esperienza maschile
`Gentile Sig.ra Gabriella Mereu Non posso non condividere con lei cosa è
scaturito dalla lettura del suo libro sulla trappola dell`Eros. Dopo essermi
congratulato con lei tramite sms, ho cominciato a pensare a me ed ai miei
disagi, fastidi: ho da qualque giorno delle emorroidi che mi danno fastidio;
feci la domanda com`è e mi risposi: gonfio. Usci dalla mia bocca una imprecazione
`gonfio come le palle che mi fa quella stronza che si rifiuta di vedermi`.
E` stato come un lampo, una consapevolezza che mi nasceva dentro.
Non sò se risi o se andai in trance, fatto stà che poco dopo feci una
altra domanda per quello che riguarda un diradamento dei miei capelli in zona
frontale ed anche qui usci la mia rabbia per questo mancato affetto. Ero
perplesso ma anche li ebbi la certezza di essere nel vero e allora pensai al mio
ventre, l`intestino gonfio bruttarello per uno magro ed ho detto come dice lei
gonfio dalla rabbia. Nello spazio di un ora il mio intestino si era sgonfiato.
Insomma tre in uno con una sola lettura.
Poco dopo sono uscito a passeggiare con il cane e mi sono subito reso conto che l`energia
passava molto meglio mi riscaldavo piu in frettava ed avevo la convinzione di
aver toccato un punto importante. Anche il mio cuoio capelluto era piu caldo e da
allora sono convinto che i miei capelli ricresceranno.
A proposito dei miei capelli un mio conoscente un poco di tempo fa mi disse: metti a posto i tuoi
capelli sembra che hai un sesso femminile sulla testa. Dovevo capirlo ma per
capirlo mi servivano le nozioni che ho appreso da lei. Voglio confidarmi: mi pesa
moltissimo non poter vedere quella persona di cui le ho accennato sopra e non
posso néanche obbligarla pazienza. `
 
L`artrite del non amore
Carissima Gabriella, mi permetto ciò perchè lei mi è molto cara da quando dopo una sua conferenza a Cagliari e
dopo aver letto i suoi libri ho risolto un problema all`anulare della mano destra: in pratica come cercavo di
piegarlo mi faceva molto male. Il medico mi parlava di artrite, artrosi e robe varie ma non mi spiegava perchè soltanto
a un dito. Mentre guardavo il video allegato al suo libro e dopo aver collegato il fatto che l`anulare sta a
simboleggiare il rapporto o il legame affettivo ho capito che ero io a non riuscire a piegarmi e allo stesso tempo non
riuscivo a piegare la persona con la quale convivevo al rapporto che desideravo e che in effetti non stavo vivendo.
Provo a piegare il dito e sento un dolore fortissimo e dopo nulla pi√π. Poi sono scoppiato a ridere, incredulo! Ho avuto
il coraggio di dire alla persona ciò che pensavo e mi sono liberato del dolore e di una storia che ormai non andava più bene.
 
Io mi sento sana
Buongiorno, gentile dott.ssa Mereu, sono E, Le ho scritto la prima volta il 29/06 per chiederle in merito alla Sclerosi Multipla la mia richiesta d`aiuto. Ho cercato in questi due mesi di mettere in pratica i suoi consigli, cioè di smetterla di stringere i denti e mollare in un certo senso la presa. Bene! sono più serena, di conseguenza sono migliorati il sonno e la cefalea ! Tutto il corpo è stanco, le gambe sempre impacciate, ma non ho dolori e neanche fastidi. Un bel traguardo! Cosa mi può indicare per potermi aiutare meglio (Ho ripetuto la sua ultima frase come nell`e-mail che ho ricevuto da Lei). Grazie di cuore per i preziosi consigli.
Saluti. E
 
Vincere la paura
Mi chiamo Iolanda, ho 23 anni ed una storia di guarigione quasi incredibile da
raccontare. Soffrivo da anni di fortissimi mal di pancia. Anche durante
l’infanzia ricordo dei frequenti mal di pancia, ma le vere e proprie coliche
del tipo che mi affliggevano negli ultimi anni sono iniziate pi√π o meno nella
primavera del 2005, all’età di 18 anni. La prima la ricordo benissimo: è durata
tutta la notte prima di uno spettacolo teatrale a Cagliari. Da quella volta i
mal di pancia sono andati intensificandosi, sempre pi√π frequenti, prima qualche
episodio al mese, poi ogni pochi giorni, finché dal 2007 avevo mal di pancia
ogni santo giorno, coliche lunghe e dolorose che mi tenevano costretta in bagno
per ore. Ogni cosa che facevo ero schiava del pensiero che prima o poi
sarebbe arrivato il solito dolore, seguito da diarrea. Quando erano iniziate
non riuscivo a gestire il dolore ed ero ricorsa al Rilaten, cadendo ben
presto nell’abuso di questo medicinale. Dopo un paio d’anni di uso
indiscriminato di Rilaten mi sono decisa a non prenderlo mai pi√π ed ho imparato
ad aspettare, sopportare ed accettare il dolore che ogni giorno puntualmente si
presentava. Ho fatto passare del tempo prima di rivolgermi ad un medico che
mi ha fatto le analisi del sangue. Sono risultata gravemente
intollerante al lattosio e leggermente intollerante alla frutta secca. Io
questa diagnosi non l’ho mai accettata dentro di me, ma mi sono piegata a
rinunciare a tutto ciò che contenesse queste sostanze ed effettivamente le
coliche si sono diradate, ma mai sparite del tutto e comunque non stavo mai
totalmente bene. Alle volte, specialmente nell’estate del 2009, mi dicevo:
“basta, sono tutte stupidaggini, le intolleranze non esistono, se lo voglio
posso mangiare qualsiasi cosa, posso stare bene, stasera mi mangio una pizza”.
Ho fatto questo intrepido esperimento diverse volte ed ogni volta non facevo in
tempo a finire la pizza, piuttosto che il tiramis√π, che dovevo scappare in
bagno con una diarrea fulminante ed un dolore insopportabile. Il 12 ottobre
2009 sono andata a sentire una conferenza gratuita nella mia città (Olbia)
della dottoressa Mereu, spinta solamente dalla curiosità, senza pensare
minimamente di farmi curare né di guarire. Le sue prime parole mi hanno fatto
l’effetto di un ciclone, sono scoppiata a ridere, nonostante dicesse cose
molto intelligenti che condividevo punto per punto. Tra le altre parole, queste
me le sono scolpita nel cervello: “le intolleranze non esistono”. Senza tante
storie, non esistono. Anch’io me l’ero ripetuta spesso, prima di conoscere la
Mereu, ma senza nessun risultato. Evidentemente avevo bisogno del suo coraggio,
della sua verve, della sua cultura e della sua ironia per crederci davvero.
Alla conferenza non ho aperto bocca e sono dovuta andare via prima che finisse
perché di lì a poco avevo una nave da prendere. La sera stessa mi sono
mangiata un creme caramel, incredibilmente senza nessuna sorpresa. O meglio,
ero sorpresa di stare bene! Ho colto la palla al balzo, da quel momento, senza
nessuna precauzione, mi sono rifatta di tutti i piaceri che mi ero negata gli
ultimi due anni: parmigiano sulla pasta, dolci, gelati, pizze, latte, tutto
senza pietà! Lo so, è difficile crederci, ma io non ho più avuto un mal di
pancia che possa definirsi tale. Ma la storia incredibile non finisce qui. Nel
maggio del 2010 ho preso un appuntamento con la dottoressa Mereu per una visita
di persona. Prima di tutto volevo ringraziarla per la mia guarigione (di cui
lei non sapeva nulla) e poi parlarle di piccoli problemi di salute fisica e
psicologica ed avere il suo quasi magico aiuto. La visita è stata bella e
piacevole, mi ha prescritto due rimedi omeopatici e sono stata felice di averla
conosciuta di persona, ma.. dopo 7 mesi di assoluto silenzio, la sera stessa
della visita il mal di pancia è tornato! Fortissimo, ho riconosciuto lo stesso
maledetto dolore. La differenza rispetto al passato era che la colica non
durava solo qualche ora ma tutto il giorno, tutta la notte, mi sembrava di
essere in un incubo. Sono stata una intera settimana bloccata a letto. O meglio
tra il bagno ed il letto, con una fortissima diarrea ed un dolore ininterrotto.
Non sto esagerando il racconto, è successo proprio come lo descrivo. Nel
frattempo ho sentito per telefono la dottoressa, che quando le ho detto che
stavo malissimo con dolore e diarrea si è messa a ridere e mi ha detto “oh! Che
carina! Brava, cosa stai espellendo?” ed io istintivamente ho risposto: “le
paure”. Ed era proprio così, mi aveva contagiato il suo coraggio. Sono stata
male due settimane di fila. La prima settimana terribile, bloccata a letto
senza che il dolore smettesse mai. La seconda con qualche ora di tregua, ma
sempre un disastro. Finché non ho preso una grande decisione. Una decisione che
avrei dovuto prendere prima, per la quale mi mancava il coraggio. Una scelta
di grande cambiamento che segnava la fine di un brutto periodo di isolamento e
malinconia. Il giorno dopo ho comunicato la mia scelta alle persone care e
dicendolo ne ho preso veramente coscienza. Il giorno dopo ancora il mal di
pancia non si è presentato. Dopo qualche giorno di assestamento con qualche
fitta di dolore ogni tanto, il mal di pancia è definitivamente sparito. La
dottoressa Mereu mi aveva contagiato il suo coraggio e guarita definitivamente.
 
La scoperta del sesso
Le scrivo per ringraziarla, la terapia verbale funziona con semplicità e rapidamente. Lei ha il
potere di trasferire con le sue parole un messaggio liberatorio.
Ho sempre saputo di essere una persona razionale, ritenendo la sessualità un elemento secondario,
accessorio, seppur importante nella vita di coppia. Pur avendo letto tanti testi di psicologia non
avevo mai compreso (nascondendomi) di aver calpestato la mia sessualità. E sebbene ritenga di avere
accanto, da pivp di 20 anni, un uomo con cui abbiamo condiviso numerose affinità intellettive e una
grande passione amorosa, l’aspetto sessuale (soffro di dispareunia) soprattutto degli ultimi 2-3
anni stava facendo naufragare tutto quanto.
Parlando con lei, per la prima volta in vita mia ho saputo esporre ad un altra
persona un problema che mi porto dietro da anni, che probabilmente non avevo compreso mai a fondo.
Lei mi ha chiesto il sintomo, avrei voluto raccontarle tutta la mia vita, ma sono stata molto
sintetica parlandole dei sintomi attuali. Le ho riferito di accusare dolore e bruciore durante i
rapporti sessuali. Lei mia ha suggerito di introdurre la madonna in vagina. Io le ho subito detto
che non ci sarei riuscita. Così lei mi ha suggerito di metterla nelle mutande a contatto con la
vulva, poi la comunione e il seppellimento. Contemporaneamente mi ha suggerito di prendere dei fiori
australiani ‚sexuality‚ Mi ha subito colpito il nome di questi fiori. E mentre eseguivo il rito
della madonnina, la parola sessualità mi rimbombava.
Quello che ha funzionato è stato tutto nelle sue parole, che mi hanno fatto riflettere per due
giorni. In breve stamattina giorno 12 agosto ho fatto l`Amore con mio marito e non ho sentito
dolore, e alla fine ho sentito piacere anche io.
Penso di aver compreso alla tenera età di 54 anni la chiave, che sta tutta nella mia sessualità.
Per tutti questi anni ho diviso la testa dalla mia vagina. Stamattina ho provato a visualizzare
l` unione tra la mia mente e la mia vagina e il gioco è fatto.
 
Il nemico lo si mette sotto i piedi
`Ciao Gabriella , ci siamo riviste alcune sere fa in una tua conferenza in Romagna che ho registrato come una cosa preziosa . Il mio dolore al piede sinistro a livello del secondo e terzo dito, come se ci fosse una palla che mi impediva di appoggiare il piede e di camminare , è sparito quando per telefono mi hai detto ` ritenzione sessuale forzata dovuta a pregiudizio` . Come fai tu a sapere che sono anni che non ho rapporti? L`altra sera , quando ti ho detto che adesso avevo un male terribile sotto il tallone tu mi hai detto la verità. Ho messo le foto nella scarpa , di coloro che poi hanno tutti qualcosa in comune: nessuno di loro voleva vedermi allegra e gioiosa .
Non ho pi√π male
Ti abbraccio con tutto il mio bene .
Grazie per l`aiuto a crescere e per il tuo lavoro prezioso per tutti.`
 
Le mie bambine
`Gentile Dottoressa Mereu,
le scrivo questa mail per ringraziarla di aver curato le mie bambine solo con le parole e per telefono.Ho due bambine: di 6 anni e di 9 mesi. La prima volta l`ho chiamata lunedi mattina perchè la grande dal venerdi precedente vomitava e aveva la febbre. Lei mi ha detto `la bambina sta bene è la mamma che vomita` e poi mi ha chiesto` è successo qualcosa per cui ti sei
sentita svalutata?`; si, era proprio così, mi erano state dette delle cose per le quali mi sono sentita svalutata nel ruolo di mamma, di donna, .........
La bambina non ha più vomitato e nel pomeriggio è andata via anche la febbre.
La seconda volta l`ho chiamata martedi mattina, questa volta era la piccola ad avere la febbre. Lei mi ha detto di fare alla bimba degli impacchi di acqua fredda e massaggi con una spugnetta dal pube verso l`ano a più riprese. Così ho fatto: già nella notte successiva Ambra non aveva più la febbre.
La ringrazio per questo suo metodo così efficace ed innocuo e mi auguro che esso trovi una sempre più diffusa applicazione.`
 
Fronte bruciata
Bunasera dottoressa Gabriella, l`ho conosciuta a Brescia,
sono quello della fronte bruciata e l`alopecia,si ricorda di me? La voglio informare che ,nonostante sia stato al sole tutta la giornata di domenica,la mia fronte si e` semplicemente arrossata come il resto delle parti
esposte,anziche` diventare viola come succedeva prima del nostro incontro.
La ringrazio infinitamente e spero di assistere presto ad un suo seminario.
 
Cara Gabriella
`Gentilissima Dottoressa...forse va meglio cara Gabriella,
ho letto d`un fiato i tuoi due libri e già durante la lettura ho `collegato` un sintomo con chiarezza rispetto al mio vissuto. Il risultato è che la sensazione dolorosa si è subito attenuata...ma aspetto il seguito.`
 
L`unghia di mio marito
Ho partecipato a un suo seminario a Cagliari e da allora la consiglio a tutti.
Da poco mia cognata l`ha vista a Tradate è anche lei è rimasta folgorata!!!!
Ho letto il suo libro, sono riuscita a far passare a mio marito un problema che aveva sull`unghia dell`alluce (gli ho parlato di abbandono, e lui ha scoperto che era da più di vent`anni con questa unghia che cresceva staccata e di colore giallo scuro e dolente e circa vent`anni fa gli era morto il papà) da quando ne abbiamo parlato l`unghia ha ricominciato a crescere.
bene... insomma nenche io ci credevo!
GRAZIE GRAZIE
 
Quando il Sacro fa ammalare
`Cara Dottoressa Mereu,
mi scuso per il ritardo ma per impegni improrogabili sono stata fuori Torino per un po` di giorni.
Ecco qui la mia esperienza con la Sua terapia:
da molto tempo soffrivo di forti dolori all`osso sacro, come se ci fossero decine di aghi che pungevano, tanto che a letto non riuscivo a stare sdraiata sulla schiena. In questi ultimi mesi il dolore era accompagnato anche da un forte bruciore. Ho partecipato alla Sua riunione del 19 aprile u.s. qui a Torino ma quando ho deciso di farmi visitare il tempo era scaduto per cui ci siamo sentite successivamente per cellulare. Lei mi ha chiesto se sono religiosa. `Non proprio` era la mia risposta. Con un`altra frase che non riesco a ricordare, ma che è stata molto significativa ai fini della guarigione, mi ha fatto collegare il problema del `sacro` ad esperienze avute da bambina, dagli otto anni in poi ovvero in quel periodo sono stata oggetto di molestie e attenzioni particolari da parte di due frati che frequentavano la mia famiglia per ripetizioni a mia sorella maggiore. Nel tempo le attenzioni sono state solo da parte di uno di loro.Focalizzato il problema il dolore e il bruciore sono scomparsi!!!!!!!!Sono esperienze che hanno imbarazzato e sporcato una bambina innocente creando anche un grande senso di colpa.Ho 62anni e 55anni fa non si pensava neanche di affrontare l`argomento con la mamma o le sorelle.Lo impediva anche un forte senso del pudore. Essermi liberata di questo peso equivale a una rinascita nella consapevolezza.
Le ho accennato a problemi di crampi (=diffidenza) prevalentemente al polpaccio sinistro che iniziano da formicolio e insensibilità del piede.`Si tratta di problemi con la famiglia` mi ha detto ed è proprio così.Ora sto lavorando su di me in quella direzione per poter risolvere anche questo problema che è anche legato a una `coltellata` che sentivo sotto la scapola destra (e che ora non si è più presentata).Che meraviglia!La terrò informata.
E` molto intrigante e oltremodo importante capire il disagio che i vari sintomi mi segnalano e che lei sa così bene interpretare.
Come pure capire che le scelte che hanno indirizzato in modo inconsapevole la mia vita verso lo stato di single abbiano avuto origine dalle molestie, dalla mancanza della figura materna e in generale dalla figura maschile (sia mia madre che mia nonna si erano separate dal marito quando i figli erani molto piccoli), e come tuttora certe situazione di `sprovvedutezza` e ingenuità siano comunque ancora una conseguenza di quanto già detto.
Al di là di tutto mi è comunque rimasto incrollabile un senso di fiducia inspiegabile ma, poichè mi definisco ottimista per nascita, credo che questa sia la risposta.
Grazie infinite per il Suo preziosissimo aiuto.Se avrà tempo per darmi consigli saranno molto apprezzati.
Mi auguro di poterLa rivedere presto a Torino e di poter parlare un po` con Lei.
Un grande affettuoso abbraccio`
 
Autoguarigione
..ti ha sempre fatto sorridere il mio modo di chiamarti..
sono P.
Vorrei raccontarti un fatto che mi è appena capitato.
Quest`estate ho incominciato ad aver problemi con il mio occhio destro: vedevo appannato quando chiudevo l`altro..
Oltre a dire che mi era cambiato l`occhio guida perchè al poligono ho sempre mirato con l`occhio destro,mentre ora devo mirare col sinistro.
A fine marzo ho accompagneto a varese una mia cara amica che doveva sottoporsi ad una visita post-operatoria (trapianto di cornea).
La mia amica ha chiesto al suo chirurgo di guardarmi un pò..detto fatto.. topografia e visita completa. risultato? astigmatismo regolare (non so neppure cosa sia) e assottigliamento della retina con sospetto cheratocono (???).
Quando sono tornata a casa mi sono auto interrogata!
cosa è successo quest`estate? chi è la mia guida? chi mi appanna?
Ad agosto ho litigato con la mia nonna (la mia miglior amica,la mia guida..) e il comportamento scorretto dei miei zii non mi faceva veder bene in chiaro le cose.
ahahhaha..una risata..un pianto..e ancora una risata.
L`occhio ha ripreso il suo normale funzionamento..ma il chirurgo vorrebbe rifarmi la topografia perchè non ci crede..
ti farò sapere.. intanto ti ringrazio (ancora una volta) per avermi insegnato il `potere` della mia mente.
ciao gabri.
P.
 
Il mio cane
`Confermo: Gabriella sei una grande.La tua terapia continua a funzionare anche con me. La mia Selly sta bene dopo che a dicembre 2008 la veterinaria mi aveva proposto per lei un ciclo di chemio. Ma io, dopo aver sentito te, mi sono rifiutata.
Lei ora sta bene. Aveva vomito e diarrea e sangue nelle feci. Al telefono mi avevi detto che in casa mia qualcuno voleva eliminare qualcuno; scioccata, ho fatto una riflessione ed ho capito che era per gelosia. Ho parlato con la persona in questione, la mia Selly in un paio di giorni ha cominciato a riprendersi,
PS.ma...se avessi fatto fare la chemio, cosa ne sarebbe ora della mia Selly?
Un bacio a Gabriella. ciao grazie`
 
Mio padre
`Era da anni che volevo contattare la Dottoressa Mereu, ma ho atteso che una contrattura improvvisa e violentissima alla spalla sinistra (e quindi anche al collo e al dorso) mi spingesse a farlo:
stranamente i miei terapisti mi dicevano che il lato destro era contratto almeno tanto quanto il sinistro se non di pi√π, eppure il dolore era tutto a sinistra, a destra non sentivo nulla!
Era incredibilmente debilitante: mi impediva di camminare normalmente, girarmi nel letto, alzarmi da sola, guardare in basso, appoggiarmi a qualsiasi schienale; il dolore mi mozzava il respiro, assorbiva la mia attenzione e si è anche evoluto nei giorni, come un vissuto importante ed articolato; inoltre non facevo in tempo a riprendermi dal primo episodio che giorni dopo mi paralizzavo di nuovo, e per tre volte di seguito! Credevo che avrei potuto restare così anche a vita, senza poter riacquistare la mia completa autonomia!
Nel corso della telefonata con Gabriella Mereu ho descritto la contrattura come “una mano, inserita dentro i miei muscoli della spalla, che improvvisamente si è stretta in una morsa e non mi lasciava più”, e nel frattempo, tanto per gradire, il mio labbro inferiore “si era gonfiato, era esploso, era proprio ingombrante”;
Curioso che Mereu abbia chiesto immediatamente com’è mio padre; lo sanno tutti che è narcisista, carente e incompetente sul piano delle relazioni, nonostante la chiacchiera colta e brillante: ha una sensibilità spiccata ma solo in entrata, cioè rivolta verso sé stesso, non vede chi gli sta intorno, non ascolta gli altri, di cui non si interessa, e quando giudica (attenzione: “giudicare”) lo fa tramite il suo pensiero (e inevitabilmente pregiudizio).
Dunque perfino banale pensare a mio padre (è 33 anni che ci rifletto ossessivamente), ma sentire da una voce lontana, da una persona di cui non si conoscono nemmeno le fattezze (e viceversa), dopo poche parole su una spalla e un labbro “è suo padre che è ingombrante, le impedisce di muoversi e di esprimersi”… beh… fa un certo effetto… UN GRANDE EFFETTO!
La particolare situazione e la sicurezza, quasi fretta, con cui la Dottoressa Mereu si è espressa, è stata molto corroborante: ha incarnato e figurato in un attimo sensazioni, pensieri miei ma anche consigli altrui di cui però non sapevo bene che farmene;
secondariamente inoltre ho pensato di poter abbandonare per un po’ le mie preoccupazioni sui problemi di coppia (con relative ansie ed angosce), che mi ossessionavano e di certo mi impedivano; anzi, tanti problemi sono originati dal fatto che proietto sulla persona del mio convivente la figura di mio padre, con inevitabili incomprensioni e problemi infiniti.
“Lei deve calpestare suo padre, per poter andare avanti sulla sua strada, per poter pensare al suo futuro. Lo faccia utilizzando una foto”. L’ho fatto, è stato piuttosto emozionante e ha richiesto del coraggio; dopo una settimana scarsa ho aggiornato così la Dottoressa Mereu: “Il labbro che esplodeva è rientrato, la morsa alle spalle e al collo, che mi teneva senza soluzione, non mi controlla più, sento di potermi muovere senza temere “rappresaglie” della contrattura durata 3 settimane! Rimangono una strana sudorazione notturna e il mio brutto caratteraccio rabbioso e confuso. C’è stata nuova progettualità e anche fattività prima impensabili” in effetti in pochi giorni mi sono organizzata una vacanza tutta per me, la prima senza il mio convivente dopo 5 anni, ho fondato un gruppetto musicale, ho ripreso a cucinare (da tempo lo facevo poco e male), etc…
Anche questa volta la Dottoressa Mereu sembrava avesse già la risposta pronta “Rabbiosa contro il padre perché senza la guida (confusa) del padre”… eh già… a vent’anni l’avevo anche rinfacciato, al padre, questo problema della guida un po’ evanescente, poi mi ero pentita sentendomi in colpa …
 
Devo molto a Gabriella Mereu, che ha aperto uno squarcio luminoso su una situazione dolorosa e stantia dando nuova energia alla mia evoluzione. Mi ha colpita anche la sua disponibilità: pochi minuti dopo un altro sms mi invitava ad aggiornarla sulla mia situazione e il giorno dopo mi chiamava (di sua iniziativa) per consigliarmi aiuti e rimedi.
 
E’ passata un’altra settimana da allora; sono rientrata al lavoro dove sto riprendendo anche gli sforzi fisici più impegnativi con una certa sicurezza.
Mi pare che comunque il tema topico stia cercando nuovi sbocchi e nuove forme, traducendosi in sogni impressionanti, sensi improvvisi di colpa, di insicurezza, angosce, paure… come se mi mettesse alla prova, come una verifica, e quindi possibile occasione di rinforzo. Che dire? Siamo su questo pianeta per imparare!
Per fortuna ci si aiuta anche a vicenda e ho avuto un’occasione importante dalla Terapia Verbale;
sono profondamente grata alla Dottoressa Mereu di avermi concesso questa occasione.`
 
Basta smettere di piegarsi
Gentile dott.ssa Mereu,
desidero farLe dono della mia storia come ringraziamento per il Suo lavoro. Infatti, grazie a Lei, ho guarito il mal di schiena di cui soffrivo da 4 anni.
Nel 2007 circa, ho iniziato a svegliarmi la mattina con il mal di schiena, localizzato in un punto preciso della zona lombare. Ho pensato che fosse dovuto all’ernia che ho ed, essendo il dolore sopportabile, ho “tirato avanti” per un anno fino a quando le mattine non riuscivo più ad alzarmi se non con dolorosi sforzi.
Quindi mi sono rivolta ad una fisioterapista. Per 2 anni il dolore tornava ed io tornavo dalla fisioterapista, , la quale, dopo alcuni trattamenti mi “sistemava la schiena”. Così ciclicamente. Da qualche mese il dolore si era espanso a tutta la fascia lombare della schiena, non solo la mattina ma anche durante il giorno quando assumevo determinate posture.
Nel 2006 mi era stata proposta la lettura del Suo libro “la trappola dell’eros” . L’avevo letto con molto interesse. Qualche settimana fa l’ho riletto ed è stato allora che mi sono chiesta: “Lorena, quando hai mal di schiena ?’”.
Mi sono risposta “Quando mi piego”. E ancora: “Lorena, a cosa o a chi ti pieghi?” Allora ho iniziato a riflette: a settembre del 2009 mi sono separata. E’ stata un passaggio importante della mia vita. Finalmente non dovevo più piegarmi alle esigenze e allo stile di mio marito e delle persone che ci circondavano. Finalmente libera. Ma il mal di schiena era ancora lì, presente. Mi sono chiesta: “Lorena, a cosa o a chi ti stai piegando ancora?” .
Il 4 febbraio mi sono ufficialmente ribellata (per iscritto) al mobbing che stavo subendo al lavoro. Per circa 3 settimane non ho pi√π avuto mal di schiena la mattina!!
Ora ci sono alcuni giorni in cui mi sveglio ancora col mal di schiena. Ma sono così felice della mia scoperta che non ci penso neanche.
Cordialmente. Lettera firmata
 
Psicomagia
`Carissima dr. GABRIELLA,
grazie intanto per avermi chiamata... è così bello , e poi tu sei donna e per me che vengo da una famiglia in cui le donne contano meno degli uomini la realizzazione della donna in pieno , soprattutto come PERSONA è grande. Sei un esempio ed è come se dicessi alle donne: Su, ci siete e valete è il vostro momento, dimostratelo, senza acredine, ma anche senza peli sulla lingua...
Vengo alla testimonianza.
Due settimane fa ti scrssi per testimoniare l`avvenuta guarigione dalla colite avvenuta attraverso il rito della medaglia. Ora ti scrivo per testimoniare un altra guarigione, sì, perchè la prima guarigione è a livello spirituale e mentale.Avevo un esame che non passavo, era l`ultimo .Te ne parlai dicendo :` mi hanno silurato` . Tu mi dicesti di fare una fotocopia dell`attestato di laurea, di scrivere il mio nome, cognome, la laurea nella quale mi sarei diplomata e farla firmare da mio padre. Così ho fatto. Ho pensato però che potevo fare
anche una fotocopia del libretto universitario, scrivere l`esame da sostenere, la data in cui l`avrei sostenuto, il voto, e chiedere a mio padre di firmare. Così ho fatto; e gli ho detto, dai dammi la tua benedizione!
Ho poi appeso fotocopia del diploma di laurea con 110 e lode e fotocopia del libretto con l`esame in un luogo dove lo vedessi quando studiavo.
Beh, questa mattina ho fatto l`esame e... 28/30. un esame che è il più difficile del corso e che spesso e volentieri l`insegnante boccia.
grazie, Gabriella, ne sono tanto e tanto felice.
Un augurio di tanto bene. Un bacione grosso,`
 
La posizione e le emorroidi
`Ho sofferto di dolori atroci per quasi due mesi per un attacco di emorroidi come non mi era mai successo prima, ho cercato di curarmi ma era tutto inutile, il dolore non passava.
Ho chiamato la dottoressa Mereu e mi ha detto che le emorroidi sono collegate a un problema di `posizione`,che per guarire dovevo farmi costruire un trono kitch e sedermici sopra.
Io avevo un pò di fretta e non potevo aspettare, così me lo sono costruito mentalmente, sedendomi in poltrona pensavo:`io ho la mia posizione`.
Durante il giorno stesso della telefonata ho sentito il dolore che lentamente diminuiva e nel giro di una settimana ogni infiammazione, tumefazione e dolore è sparito.
Ormai sono passati pi√π di due mesi e non ho avuto nessun ritorno.i`
 
Problema di rapporto
`Gent.ma D.ssa Mereu,
 
tempo fa ero venuta da lei per raccontarle varie patologie famigliari. Le avevo parlato di una macchia di vitiligine sulla schiena che mi prudeva frequentemente, e a volte a furia di grattare macchiava le magliette di qualche goccia di sangue; le avevo parlato di un prurito ai genitali che mio marito si trascinava da anni con incerte diagnosi di micosi, e le avevo parlato di un fastidioso eczema all`interno dei gomiti di mio figlio.
Lei capì al volo che c`era un problema nel rapporto e mi chiese di parlare per telefono con mio marito. Gli disse con certezza che MI STAVA NASCONDENDO QUALCOSA DI IMPORTANTE RELATIVO ALLA SFERA SESSUALE. La mia macchia di vitiligine era la macchia del peccato: una difficoltà da parte mia ad esprimermi sessualmente ma il prurito che mi provocava sulla schiena era mio marito che mi colpiva alle spalle!! Il suo prurito ai genitali era un desiderio sessuale mal vissuto e il prurito di mio figlio all`interno dei gomiti una simbologia di cose non dette tra i genitori.
 
Già da tempo avevamo entrambi consapevolezza della situazione insoddisfacente del nostro matrimonio. Un mese dopo l`incontro con lei, mio marito mi raccontò che da tempo aveva un altro rapporto e dopo qualche mese andò a vivere per conto suo.
 
Oggi sono certamente più serena, ho trovato un altro uomo che mi vuole bene e sento grande sincerità nel suo amore. La macchia sulla schiena non è scomparsa ma non prude più.
 
Le sono profondamente grata.`
 
`Salve Dottoressa Mereu!!
Le scrivo per uno strano quesito.... è possibile che io con il mio modo di fare faccia ammalare le persone che amo?
Ho 29 anni e sono una tipa strana.. in breve: ho subito una violenza sessuale a 9 anni ma non ho mai raccontato niente a nessuno, a 12 anni i miei si sono lasciati (per fortuna!) e un pò mi è dispiaciuto nel vedere mia madre soffrire, a 17 anni ho iniziato a farmi di eroina ma ne sono uscita da sola a 23 anni senza dire niente a nessuno.... Nel frattempo ho sempre lavorato mi sono iscrittA ALL`UNIVERSITà E tra poco mi laureo.Sembra incredibile ma IO sto benissimo sembra che qualsiasi cosa negativa possa accadermi sia una stronzata rispetto a ciò che ho già vissuto. Ho forgiato il carattere!! Però il problema è diventato un altro! sono alla mia terza convivenza e uno dopo l`altro i miei uomini perdono fiducia in se stessi. Del primo non le racconto niente perchè avevamo 18 anni e tutto è concesso, poi è arrivato Marco che partiva svantaggiato a causa della madre ipocondriaca che si ritiene malata terminale da ormai 15 anni. Ogni volta che al il figlio tirava un pelo del culo gli faceva fare un checkup completo con tanto di controllo intolleranze, allergie etc. Quando ci siamo conosciuti Marco è cambiato, mangiava tutto e stava bene, poi siamo andati a vivere insieme e conoscendoci sempre più intimamente si è reso conto della mia aggressività nel rispondere ai problemi quotidiani: faccio tutto io, non ti preoccupare lo risolvo io, con quello ci parlo io etc. insomma l`ho annientato! Nel giro di 2 anni ha avuto: la mononucleosi (io no!), una ciste tendinea al gomito, una al polso, il bolo isterico, la lombosciatalgia, il raffreddore cronico e quando stava bene aveva solo la febbre. Alla fine l`ho lasciato perchè non ne potevo più dei suoi lamenti. Lo sò sono una stronza! però non sopporto chi si lamenta invece di reagire. Da quasi tre anni sto con Simone, di cui sono innamoratissima, lei l`ha conosciuto ad un incontro a bologna e c`ero anch`io, è stato l`unico a cui ha detto mi chiami in privato perchè probabilmente aveva capito ma non poteva parlare a causa della mia presenza. Simone è un ragazzo forte, pieno di sè, si piace molto sia fisicamente che come persona, è stimato sia sul lavoro che dagli amici, ma pian pianino ha perso tutta la sua forza...e ne è consapevole! Ne abbiamo parlato a lungo dice che io non gli sto vicino abbastanza!!! la mia risposta è: io ci sono sempre ma i tuoi problemi devi risolverli da solo come io risolvo i miei ( non voglio fare gli stessi errori che ho fatto con marco che ad un certo punto x sbaglio mi chiamava mamma). Da un anno non ha più sensibilità nei piedi e nelle mani e certe volte nelle gambe, ha fatto mille controlli ma sà benissimo che il problema è la sua testa e il mio carattere. Io sono disposta a tutto per aiutarlo e sto cercando di migliorare ma ho bisogno di capire come posso farlo senza compromettere me stessa dato che per `guarire` dai miei problemi ho lavorato tanto.
La ringrazio tantissimo in anticipo!!!`
 
Un formicolio telefonico
Cara Gabriella,
 
ti ho chiamato per cercare di risolvere un problema che mi stava torturando da 3 anni.
Soffrivo di formicolio alle mani e diventava sempre più forte quando stavo al telefono, dovevo cambiare mano continuamente perchè era talmente forte da non riuscire a mantenere il telefono. Anche la notte si presentava abbastanza forte e non riuscivo a dormire.
Mi hai detto subito che ho avuto una perdita, che avevo perso il dialogo con una persona cara.
Ho pianto perchè ho capito subito che avevo perso il dialogo con mia sorella che 3 anni fa ha avuto un ictus e non parla più. Siamo cresciute insieme e ci siamo sempre confidate.
Il formicolio è passato completamente e sono felice per aver capito.
Grazie Gabriella sei un angelo!
 
`L`amica `strappata``
`Gent.ma Gabriella, ci siamo viste ad una Sua conferenza a Vadena (BZ) circa due anni fa. Da allora ho cercato di mettere in pratica su di me e sui
miei cari, la terapia verbale.Le racconto un`aneddoto: tempo fa ho incontrato in un negozio un`amica con la quale avevo perso i contatti per via di stupidaggini e da allora non ci salutavamo più.Come l`ho vista ho avvertito un dolore alla giuntura del braccio destro, improvviso e forte. Allora ho pensato, che tra me e la mia amica c`era stato uno `strappo` e in effetti era quella la sensazione al braccio.Sono stata in negozio 5 minuti e quando sono uscita non avevo più nessun dolore. Adesso ho ricucito il rapporto con la mia amica che è stata felice di ritrovarmi. Sono contenta di averla conosciuta e benchè io abbia veramente tanti piccoli disturbi sono sicura che un pò alla volta riuscirò a stare meglio. Grazie e alla prossima. Cordialmente e con fiducia.`
 
`La `frizione``
`Cara Gabriella,
ti descrivo un mio problema da te risolto.
 
Sono una ragazza di 43 anni.
Guido tanto per lavoro.
Da un pò di mesi avevo dei problemi sul piede sinistro durante la guida.
Piede, che viene `usato soltanto` per la frizione, nel momento in cui restava a riposo,
il terzo dito
 
 
;
 
 
 
perdeva la sensibilità, dandomi dei dolori atroci.
 
Tua conclusione e mia consapevolezza:
Il mio Ex fidanzato mi `usava soltanto` per sesso, per esibizione ... Mi usava soltanto.
 
Sono una ragazza fortunata, da essere riuscita, in una storia di 8 anni, quasi un passo dal matrimonio a girare il tavolo e ribaltare tutta la mia vita.
La sensazione più grande è stata : svegliandomi un mattino come se qualcuno mi avesse rotto un vaso in testa, che la persona con la quale avevo condiviso parte della mia vita era un` insignificante essere in tutto ed in parte.`
 
I bambini nascono sotto un cavolo
Carissima dr GABRIELLA,
ti ho visto a Olbia al seminario e prima a Padova. Ti ricordi?
a Olbia sono venuta fuori per colite per verze e cavoli. mi hai chiesto se dopo aver fatto il rito medaglietta avevo provato a mangiare la verza. ti ho dettto di no.
ieri sera ho provato.... EUREKA!!!
sono nata si può dire con la colite e la stitichezza. ora la colite non c`è più!!!!
 
grazie.
 
Una mamma cura con la terapia verbale
Buongiorno dottoressa Mereu, ci siamo conosciute a Campodarsego all`inizio del 2009, ho letto i suoi libri e poi ci siamo
parlate a S. Donà di Piave dove Le ho raccontato l`esperienza della mia terapia verbale su mia figlia Marialuna di 4 anni: aveva male ad un orecchio ed io,
di notte le avevo sussurrato la frase `chi ti da fastidio sentire?` e poi `che cosa ti da fastidio sentire?`. Ha funzionato perchè al mattino aveva l`orecchio
pieno di pus, non aveva più male ed è andata all`asilo normalmente. Grazie a Lei dottoressa ed ai Suoi preziosi consigli.
 
Una donna di potere
`Ciao Gabriella , sono Giuliana L`Artista . Ti ricordo la telefonata
dell`altra sera
mentre eri in conferenza , in cui ti ho detto che avevo un dolore nella
testa in
alto a destra che `va e viene` e anche un dolore al piede sinistro, nel
mezzo
fra il piede e la gamba , per cui non riuscivo a camminare , a piegare il
piede..........bene ,il problema era , come hai detto tu , che c`era
qualcuno
di cui non avevo fiducia, qualcuno che va e viene . Bene Un`ora dopo la
telefonata
è uscito un PONFO grande quanto una noce proprio sul muscolo cervicale
quello
che dal collo va alla spalla , era caldo e rosso . Ho pensato che se la
guarigione va dall`alto al basso e da dentro a fuori, poteva essere una
fuoriuscita di una tensione .....il male alla testa è sparito e non è più
tornato (avevo chiamato quella persona al telefono dicendole che era meglio
che
stesse a casa ) .`
 
Latte e uova
Cara dottoressa ,
sono Elena la bambina che è venuta da te a San Giorgio delle Pertiche per problemi di allergia a latte e uova .
Ora sono qui che mi sto mangiando panettoni e mandorlato,sono proprio felice.
Grazie tante.
Ti auguro buon Natale e felice anno nuovo.
 
Gentile dottoressa siamo i genitori di Elena,questo è stato un Natale speciale per noi. Vedere la nostra bimba che pu√≤ mangiare di tutto senza
problemi ci dà una gioia immensa.
La ringraziamo di cuore e le auguriamo delle buone feste e un felicissimo anno nuovo a lei e allo sviluppo della terapia verbale.
 
Testimonianza
`Ciao Gabriella,
ti invio la mia esperienza di guarigione ottenuta grazie al tuo
suggerimento.
A Settembre ho partecipato ad una tua serata in provincia di Padova e dopo
averti esposto il mio problema di micosi alle unghie di entrambi gli alluci,mi
hai chiesto come vedessi il soggetto `fungo` nella mia immaginazione.
Ti risposi che per me sono legati all`aspetto dell`infanzia, dei disegni,la
casa degli elfi...e tu subito mi hai chiesto se per caso avessi conflitti con i
figli;io non ho figli,quindi ti sei orienata sul mio rapporto di figlia,34 enne,
che vive ancora in famiglia.
Mi hai `invita`a lasciare il nido,ho acquistato casa e FINALMENTE dopo 5 anni
di cure farmacologiche, omeopatiche e quant`altro, finalmente posso esibire
entrambe le unghie riformate sanissime.
Ho sempre il naso tappato che gocciola,la mia tristezza che si fa sentire,ma
conto di migliorare anche questo aspetto nel prossimo futuro da persona
libera!
 
Ancora grazie infinite,
Grazia`
 
I nei si staccano da soli
`Gentile dott.ssa Mereu, la ringrazio per tutto il suo lavoro, il quale mi ha permesso di darmi risposte che attendevo da tempo. Dopo aver visto il suo video, mi sono decisa a telefonarle, per un fatto che riguarda mio marito, ma che fa soffrire anche tutta la mia famiglia.
Mio marito presentava due nei molto evidenti esterni (circa due noccioline) sopra il pene. Sono sposata da 21anni e io glieli ho sempre visti. Inizialmente erano piatti, non in rilievo, e pivp piccoli di dimensione (3/4 mm). Ci scherzavo dicendogli che sembravano due occhi sopra il `naso`. Pensavo:`Chi è che ci guarda?`. due anni fa circa, hanno iniziato a crescere anche all`esterno. è sempre stato un po` `schivo`, diciamo così¨, ma questi nei hanno creato quasi un blocco. Egli diceva:`Me li devo a togliere`, ma ho fatto prima io a chiamarla. Lei mi ha chiesto se presentava altre malattie; io le ho risposto che era appena tornato dall`ospedale per una tachicardia ininterrotta con scompenso cardiaco. I dottori gli hanno praticato l`ablazione transcatetere risolvendogli così il problema.
Lei mi ha detto che i sintomi (nei e tachicardia) sono collegati tra loro. Aggiunsi che, nella tachicardia, sentiva un peso sul petto che gli dava un senso di oppressione e dava la colpa di questo a noi (moglie e figlie). Lei dottoressa, ha subito risposto che la causa dei nei è dovuta a qualcosa di cui si vergogna molto, che non ha mai detto o che, secondo lui, non può dire. Mi ha spiegato anche che ho sposato un `prete`, ma quando ha saputo come si comporta anche con le tre figlie, si è corretta dicendo:`No è un cardinale!`. Il suo consiglio è stato:`Dica così a suo marito, guardandolo negli occhi: ^lo so come ci vedi tu: porche, suine, peccaminose, diaboliche^.`. Io ho fatto come mi ha consigliato lei quasi subito. Lui mi ha, ovviamente, insultata, dicendomi:`pazza, malata, fuori di testa` ed è scappato a letto e ha dormito due ore. Successivamente lei mi ha spiegato che è caduto nel sonno perchè si è sentito dire la veritvà La sera stessa si è staccato il primo neo a destra, quella successiva, l`altro.
Io identificavo in questi due nei, i genitori morti 30anni fa` il papà e 27 la mamma. è possibile?
La saluto cordialmente e le auguro un buon lavoro.`
 
Grazie mille!!!!!
`Buonasera dott.ssa Mereu.. Ieri sera
(23/09/09) sono venuto ad ascoltarla
assieme a mia moglie nella sede di Radio Gamma 5. Subito mi hanno colpito le sue
parole così¨ dirette e semplici che si adattano proprio a tutti. Mi sono
soffermato in particolare su una sua frase :
`il linguaggio del corpo è un
linguaggio popolare, di semplice intuizione`.....subito mi è venuto in mente
che soffrivo da oltre un anno di un dolore alla parte destra del corpo lungo
tutte le costole mi dava davvero fastidio anche
quando dormivo. Ho provato
a mettere in pratica i suoi suggerimenti e ho pensato.....cosa suggerisce la
parola costola? ma è ovvio contiene la parola `costo` e infatti ho centrato il
problema perche giusto alla comparsa dei
sintomi dovevo sostenere le spese
per sposarmi. Dopo pochi minuti il dolore è cessato e ho sentito un pò di
calore nella zona interessata. Le confesso che sono davvero stupito del
risultato e ancora ora non riesco quasi a crederci.
Colgo l`occasione per
ringraziarla immensamente, adesso davvero devo mettere pivp consapevolezza
nelle azioni di ogni giorno!!!!! Un abraccio`
 
Caso di diarrea
Sono stata al suo convegno. Forse non ricorderà, lamentavo una diarrea cronica da 5 anni venutami quando facevo un lavoro che odiavo ma che ho concluso quasi 3 anni fa. Ebbene, dopo due giorni dalla nostra brevissima conversazione la diarrea è sparita e con lei il costante maldipancia. SPARITA, DISSOLTA E DIMENTICATA!!
 
Lei non immagina quanti soldi ho speso inutilmente per curarmi..
 
La ringrazio infinitamente :-))
 
Macchie e giudizio
Buongiorno dott.ssa Mereu ho avuto il piacere d`incontrarla nella sua ultima conferenza durante la quale mi ha visitato: il problema è le macchie intorno all`occhio destro, e nel pollice della mano destra e nell`indice della mano sinistra. Nell`occhio stanno andando via mentre nelle mani ancora no Ho capito che la causa è IL GIUDIZIO del mio fidanzato ma credo sopratutto della madre che non sopporto mi puo dire come fare a essermi indifferente mia
suocera nel mio inconscio ? Baci e grazie lei è troppo forte
 
Saluti
 
 
Casi degli allievi
Ecco di seguito una lista di casi studiati dagli allievi
 
pallini bianchi sottopelle
Elena Vincenzi
`Donna: pallini bianchi sottopelle se li schiaccio esce il pus come un serpentino bianco, ho sempre la pelle sporca. Nell`occhio sinistro sotto pupilla c`è la carne che ci ricopre sotto e all`interno sento come una pallina e se la tocco si sposta e destra e sinistra
 
DIAGNOSI: hai bollori sessuali sottopelle. Mi confida che ha fatto un sogno in cui aveva rapporti sessuali con il suo ex. La pallina che si sposta a destra e sinistra è lei che si nega al marito che vuole avere rapporti.. Mi richiama e dice che la pallina sotto l`occhio sinistro è piatta ,sembra una pallina schiacciata e poi le brucia l`indice del piede sinistro come se avesse delle spine e quando lo schiaccia le fa male. Le dico che reprime il suo desiderio sessuale per paura di essere giudicata; siccome è incinta a una donna gravida non è permesso avere pensieri peccaminosi. Poi mi dice che ha un herpes sotto il buco del naso sopra il labbro, le brucia, è in rilievo ed è diviso in due palline come due cunette di sabbia. L` herpes ha due palline divise perché è lei che si sente divisa sessualmente tra la vita da sposata che ha ora e quella che aveva prima. L`herpes si secca in un giorno e il dolore all`indice scompare. La pallina nell`occhio c`è ancora ma scompare in seguito.`
 
Svalutazione
Elena Vincenzi
Donna: ho nausea mal di stomaco, pancia dura e gonfia nella zona dell`ombelico. Abbassamento di voce faccio fatica a prendere fiato, mi sento grattare la gola quando parlo si gonfia la gola, quando sto zitta sto bene.
 
DIAGNOSI: è una svalutazione. Da chi ti senti svalutata? Risponde: dalla mia collega di lavoro e penso che abbia ragione. Sei rabbiosa perché non puoi parlare. Chi ti vieta di parlare? Pensi che se parli ti dicono che sei stronza? Una svalutazione molto radicata perché il mal di stomaco non passa con il massaggio Further. Vedere tavole di Kraemer: gola ( Crab apple), sotto lo stomaco e sopra l`ombelico ( Pine) sotto l` ombelico( Larch). Quattro gocce nell`olio d`oliva e massaggia la parte interessata. Non avendo fiori in casa ha usato solo Holly sulla gola ( vedi Muratori: per affanni, compresi quelli respiratori) e il giorno dopo non aveva più mal di stomaco ma solo una tosse secca ( privazione).
 
Problema sessuale
Elena Vincenzi
Uomo: mi sono tagliato il pollice ma solo la pelle. Prurito sul polpaccio come quando prendi il sole e viene via la pelle, pelle secca. Gonfiore sulla gengiva come se fosse un brufolo grosso con la punta bianca se non mi pulisco subito i denti si gonfia.
 
DIAGNOSI: la gengiva è come la pelle quindi si tratta di un conflitto sessuale. Il polpaccio è in relazione con la gamba quindi il padre così come il sole ( padre, marito). Siccome tuo papà non vuole che tu faccia l`amore ( idea religiosa), quando tagli con qualcuno tagli solo con il sesso ( solo la pelle) e tagliando con il sesso resti a secco di sesso ecco perché hai la pelle secca. Hai un legame sessuale con una persona, la vuoi mollare perché ne hai paura oppure credi di perderla perché ne hai paura. I denti rappresentano la difesa, se non hai difesa hai paura.
 
spalla destra
Elena Vincenzi
Uomo: mi fa male la spalla destra dietro dove c`è la muscolatura forse perché dormo con la spalla fuori ( lavora lontano da casa) e mi da la sensazione di prendere del freddo. A intervalli regolari mi sembra di sentirmi stringere il muscolo ho la mano intorpidita e gonfia ( la mano è comunicazione) sento una punta una roba che mi punge ( rabbia) una cosa che mi fora come se si stringesse il muscolo e poi si molla. Sto bene se mi metto qualcosa di caldo. Se mi viene male butto già giù il braccio e mi preparo a tenermi il braccio sciolto.
 
DIAGNOSI: sei estremamente arrabbiato perché ti senti sotto l`autorità di qualcuno che ti tiranneggia che non ti dimostra affetto, che ti costringe a fare qualcosa che tu non vuoi fare ( può essere anche un pensiero opprimente) vorresti scappare.
 
la gamba si informicola
Elena Vincenzi
Donna: la gamba si informicola fino al ginocchio, è gonfia solo la parte davanti, sento che perde forza. Nella schiena mi sento come insaccata, sento che tira, mi sento di tirarmi, mi fa male ai lati non è elastico è un movimento rigido. Il dolore migliora con il movimento se non mi muovo, divento rigida.
 
DIAGNOSI: Chi è a contatto con il cattivo, tiranno (tira) e non riesce a ribellarsi (insaccata) come in trappola.
 
Testa piena
Elena Vincenzi
`Donna: ho la testa piena come se ci fosse dentro qualcosa che si muove nel cervello e si sposta da una parte all`altra. Naso otturato, solletico in gola che mi costringe a tossire sento le ghiandole gonfie toccando la gola, ho il naso che cola.
 
DIAGNOSI: Stai piangendo perché non hai la tua libertà né di parlare, né di viaggiare, uscire di casa. Sei arrabbiata. Siccome non le passa ancora durante il week end, le parlo il lunedì e mi risponde che è preoccupata sul lavoro, arriva una nuova collega e lei non sa parlare bene la sua lingua, in più il dolore va e viene. Chi va e viene nella tua vita? Risponde: molte persone; amici e parenti. Le passa tutto nel pomeriggio.`
 
Dignità di donna
Elena Vincenzi
Donna: La schiena mi fa male quando mi alzo, sento una fitta grossa quando mi drizzo, sento come una doglia. Succede quando sono seduta e mi tiro su.
 
DIAGNOSI: Hai problemi ginecologici? No. Sei colpita nella tua dignità di donna, sei ferita (tirarsi su = dignità) non riesci a ribellarti.
 
Dolore alla testa
Elena Vincenzi
Uomo: Quando schiaccio sopra l`occhio sinistro sento che aumenta il dolore alla testa alcune volte soffio il naso ed esce il sangue ma è rarissimo, la maggior parte delle volte esce catarro prima era bianco ora è giallo marrone.. Mi fa mal di testa frontale, mi gira la testa, ho la sensazione di vomito. Il catarro lo porto giù e lo tiro via da sopra. Da circa sette anni.
 
DIAGNOSI: Ha perso qualcuno cui eri attaccato, del tuo sangue o come se lo fosse. Qualcuno che ti schiacciava, l`hai perso e ne sei rimasto traumatizzato. Lo aiuto dicendogli che potrebbe trattarsi di qualcuno con cui ha ancora rapporti ma che in passato lo ha fatto soffrire. Risponde: si tratta della moglie che lo aveva lasciato diversi anni prima, che lo ha fatto soffrire e lui si sentiva succube.
 
male di schiena
Elena Vincenzi
Donna: male di schiena come una coltellata in corrispondenza della colonna vertebrale.
 
DIAGNOSI: Qualcuno di cui ti fidavi ti ha tradito, era qualcuno che ritenevi una colonna portante nella tua vita
 
Alluce sinistro
Elena Vincenzi
Donna: ci sono momenti in cui il dolore non è intenso ma sembra uniformemente distribuito parte dal piede e mi arriva fin su alla testa, fino al centro del cervello. Quando cerco di sgranchirmi il dito alluce il dolore diventa inteso e si localizza nel centro della pianta del piede sinistro.
 
DIAGNOSI: qualcuno di molto caro che hai in testa e non riesci a lasciare andare e a dimenticare anche se provi ad abbandonarti (sgranchirti). Trasformalo in un puntino e mettilo nel pollice.
 
il piede mi fa prurito
Elena Vincenzi
` il piede mi fa prurito e si spella.
 
DIAGNOSI: Sei sposata? Di chi vuoi liberarti? Risponde: ho pensato di lasciare mio marito. In due giorni il problema è passato; persisteva ormai da settimane.`
 
l`orecchio si rompe
Elena Vincenzi
Donna: l`orecchio si rompe ed esce il sangue. E` rosso dietro.
 
DIAGNOSI: con chi hai litigato del tuo sangue? Risponde: Mia madre.
 
dolore all`altezza dei reni 2011
Elena Vincenzi
Uomo: dolore all`altezza dei reni dalla chiappa in su, sopra il sedere, come se avessi una nocina dura, come un pugno sul fianco.
 
DIAGNOSI: Problema di posizione sul lavoro, all`interno della famiglia.. Chi ti sta dando un pugno sul fianco? Resta in silenzio. Gli dico di individuare quella persona, trasformarla in un puntino e metterla nel posto in cui sente il dolore.
 
dolore bruciante alla schiena 2011
Elena Vincenzi
Donna: ho un dolore bruciante alla schiena.
 
DIAGNOSI: Cos`è che brucia? Risponde: la sconfitta. Aveva appena fatto un colloquio ed era convinta che fosse andato molto male.
 
gengiva sanguinante 2011
Elena Vincenzi
Donna: gengiva sanguinante come se ci fosse qualcosa in un punto che non si può raggiungere e la sento gonfia.
 
DIAGNOSI: sei arrabbiata con qualcuno del tuo sangue. Risponde: sono arrabbiata con mio padre.
 
brufolo grosso 2011
Elena Vincenzi
brufolo grosso dolorante sopra il sopracciglio.
 
DIAGNOSI: ti senti in colpa perché ti sopravaluti credi di essere superiore agli altri e il senso di colpa ti fa uscire il brufolo. Il brufolo è scomparso in meno di cinque minuti
 
un continuo fastidio nell`utero 2011
Elena Vincenzi
Donna: un dolore, un continuo fastidio nell`utero durante i rapporti a momenti sobbalzo, cisti ovariche sulla vescica, ho un dolore come se pungesse, lancinante, un bruciore e lo stimolo come se dovessi fare la pipì. Mi sono operata e da allora ho dei crampi all`addome con male ai reni da piegarsi, da non riuscire a stare dritta. In testa ho un prurito fastidioso sul davanti sull` attaccatura della capigliatura.
 
DIAGNOSI: Ha avuto delle esperienze sessuali molto brutte, le hanno fatto del male. Si tratta di una svalutazione. Rito della medaglietta.
 
bocca dello stomaco 2011
Elena Vincenzi
Donna: male alla bocca dello stomaco con senso di nausea. Dalla mattina alle 8.00 fino alle 16.00
 
DIAGNOSI: sei stata fortemente criticata o ti senti in colpa per qualcosa. Lei riconosce di sentirsi in colpa. Fai massaggio Further. Problema risolto in quindici minuti e seguito da una scarica di diarrea. Significa che si è liberata del problema.
 
colpo della strega 2011
Elena Vicenzi
`Donna: colpo della strega alla schiena; mi sono piegata e ho sentito una fitta.
 
DIAGNOSI: Hai litigato con qualcuno? Risponde: Si. Con mio marito. E` perché ti carichi di troppa responsabilità`
 
schiena collo scapole 2011
Elena Vicenzi
1) Donna: male la schiena collo scapole come quando fai scendere la sabbia in un secchiello, una fitta. Stringe lo stomaco e mi fa mancare il respiro, sento come una morsa in gola.
 
DIAGNOSI: ha litigato con il marito che le ha nascosto la verità. Le chiedo di descrivermi la sabbia. Lei risponde che è infinita. Infinita è la storia che si ripete perché anche suo padre mentiva a sua mamma. Il problema in gola è perché lei non riesce a comunicare.
 
`Dolore all’addome
Elena Gherra
Una signora descrive un dolore al basso addome dicendo che sembra le strappino qualcosa da dentro. Le chiedo cosa le è stato strappato, da che si sente divisa. Dice di sentirsi in colpa per essersi dovuta dividere dalla figlia grande a causa del lavoro e di averla lasciata dormire dai nonni, tenendo la figlia piccola con sé. Dopo alcuni giorni il dolore cessa.
 
`Emorroidi
Elena Gherra
Un signore soffre di emorroidi, a volte con perdite di sangue. Descrive il dolore come delle fitte. Chiedo se nel lavoro qualcuno gliel’ha messo nel c..o, magari un famigliare. Dice di avere problemi con la sorella e la moglie. Riflettendo si rende conto di sentirsi loro vittima, di subire il loro atteggiamento. Dopo poco il dolore sparisce, ma in seguito a causa di conflitti con la moglie, nota che la sola presenza della donna spesso fa comparire il dolore. Ne parlano e la situazione sembra risolta, anche se raramente il dolore compare all’improvviso. Dice di aver compreso che le emorroidi gli stanno “insegnando” a smettere…smettere di prendersela nel c..o.
 
`Verruche
Elena Gherra
Signore con verruche ai piedi da circa 14 anni, che sono state bruciate, congelate, eliminate in vari modi, ma mai scomparse. Ho chiesto di descrivere le verruche (piccole, brutte, ma mi sono abituato). Ho associato la sua visione delle verruche alla visione che ha di se stesso (soprattutto all’epoca della loro comparsa), cioè piccolo, brutto, ma abituato ad essere così.
Essendo laureato in fisica, ha risposto che ci avrebbe riflettuto..gli sembrava stranamente logico..
Ha preso le distanze dalle persone che 14 anni prima contribuivano a farlo sentire “come le verruche” e dopo poco i piedi sono completamente guariti.
 
`Pelle che squama
Elena Gherra
Una mamma mi chiama per il figlio, le cui mani sembra che stiano “cambiando pelle”. Ha provato con varie creme, ma non risolve. Chiedo se in famiglia è previsto qualche cambiamento. Risponde che vogliono cambiare casa, ma il bimbo è preoccupato per il cambiamento. Dico che cambiare casa è un po’ come cambiare pelle e suggerisco di coinvolgere il bimbo per quanto possibile nella scelta, facendo tutto in grande serenità e di parlare spesso con lui. La risposta è: “abbiamo fatto come hai detto, lo coinvolgiamo e cerchiamo di immaginare una casa nuova. Ha funzionato, la pelle delle sue mani è tornata normale. Grazie, non ho avuto bisogno del pediatra!”
 
`Prurito
Elena Gherra
Ogni estate, al comparire del caldo e delle maniche corte, un bimbo inizia a grattarsi nelle pieghe di braccia e ginocchia sino a farsi sanguinare (è il terzo anno). Il sintomo passa in autunno, alla ricomparsa dei pantaloni lunghi. Ho chiesto alla mamma se c’e qualcosa che non si può dire legato al sesso (prurito sino a carne viva). La signora risponde di non aver stimolo sessuale, di essere stanca e demotivata, ma di sentirsi in difficoltà ad ammetterlo. Il marito invece tenta spesso approcci, soprattutto in estate. Dico che il problema del bimbo è una proiezione del pensiero dei genitori. Suggerisco di parlarne apertamente al marito e magari di provare a fare un po’ di “esercizio”. Il bimbo guarisce in poche settimane..e i genitori si divertono..
 
`Dito a scatto
Elena Gherra
Pollice della mano destra gonfio che scatta, descritto come se ci fosse un cordoncino o un piccolo nodo che se toccato fa male. È rigido. Se “muove” il dito il dolore migliora, se sta fermo non fa male, ma non riesce a togliere il freno a mano della macchina e la cosa la infastidisce molto. Le chiedo come sta il marito…le vengono gli occhi lucidi. Il marito è alcolizzato e depresso. È molto arrabbiata, non lo sopporta. Chiedo a cosa serve il cordoncino e risponde che si usa per legare. Dice di sentirsi legata a lui, ma di esserne ferita se tocca l’argomento alcolismo. Sostiene di doverlo sempre spronare ad uscire di casa…se lo aiuta a “muoversi” sembra che stia meglio. Dopo un paio di mesi di “riflessione”, il dito non scatta più.
 
`Dolore alla spalla
Elena Gherra
Ragazza con dolore alla spalla destra, è bloccata. Chiedo come va il lavoro. Dice di essere piena di paure, dovendo ritornare dopo la pausa della maternità. Le consiglio di “sentire” le sue paure nella spalla. Alcuni giorni dopo guarisce.
 
`Piccole verruche sul dito
Elena Gherra
Ad un signore improvvisamente compaiono tanti puntini simili a verruche sul dito indice della mano destra. Chiedo se ha recentemente giudicato qualcuno, puntandogli il dito contro. Dice di aver litigato il giorno precedente con un signore che gli stava per rubare la moto…e di averne parlato con chiunque dicendo “…io al suo posto non averi fatto così..”
Dopo un paio di giorni spariscono.
 
`Giramenti di testa
Elena Gherra
Signore con forti giramenti di testa da quindici giorni, improvvisi.
Propongo di battezzare una girandola che ha sul balcone, che gira spesso a causa della corrente d’aria frequente. Col battesimo potrà trasferire il giramento dalla testa alla girandola. Inorridito non ne vuole sapere, ma la moglie effettua il battesimo per lui, rendendolo partecipe. Dal giorno successivo la testa smette di girare.
 
`Dolore alla schiena
Elena Gherra
Signora con forte dolore alla schiena nella zona lombare che le impedisce di sedersi e muoversi, se non con estrema lentezza. La gamba si muove indietro ma non in avanti. Sente molto bruciore.
Chiedo cosa è accaduto che l’ha fatta tanto arrabbiare, che la obbliga a fare un “passo indietro” e se questo ha a che fare con il lavoro. Dice di essere arrabbiatissima per questioni legate all’asilo della figlia, che l’hanno portata a ritirare la bimba dall’asilo stesso.
Durante un’incontro con i genitori della scuola ha parlato di un problema legato alla mensa, preparandosi con estrema precisione e cura, quasi fosse un lavoro. Ha dovuto però fare un “passo indietro” perché quasi nessun genitore ha apprezzato e condiviso il suo operato.
Ha preso consapevolezza della sua rabbia, della delusione e dell’impegno vissuto come un lavoro. Dice di aver “elaborato” a casa e dopo circa una settimana il dolore è cessato.
 
`Gengivite grave
Elena Gherra
Una signora brasiliana ha le gengive gonfie che si ritirano, dolore presente ma non eccessivo. Sanguinano raramente, solo se e quando il dentista le tocca con lo strumento in maniera particolare. Quando si lava i denti le gengive non sanguinano. Chiedo se è stata abbandonata da qualcuno della famiglia ultimamente. Risponde che le è appena morta una sorella in Brasile. Dico che il sangue che esce solo in particolari situazioni rappresenta le sue lacrime, che raramente escono. La signora conferma, stupita, sostenendo di piangere in silenzio, di rado e solo in particolari situazioni. Un po’ perplessa vuole pensarci su…dopo tre mesi guarisce spontaneamente.
 
`Micosi al piede
Elena Gherra
Alluce del piede destro di una signora con micosi (funghi) all’unghia. Curata con vari metodi, risultati inefficaci. Chiedo di descrivere i funghi…”non li digerisco!” è la risposta. Chiedo cosa non digerisce del partner, la risposta è : “faccio fatica ad accettare che, nonostante con lui io stia molto bene, non è bello come vorrei..”. Chiedo come vede i suoi piedi con la micosi e dice che sono brutti e secchi…non belli come vorrebbe!!
Consiglio di gettare ogni medicina e di massaggiare dolcemente ed amorevolmente il piede con una semplice crema idratante, coccolandolo ed amandolo per ciò che è, e di renderlo il più bello possibile. La micosi sparisce.
 
`Unghia sfaldata
Elena Gherra
La mano di una signora ha l’unghia del pollice della mano destra che si sfalda e si divide con una linea verticale in centro. Chiedo chi sia la persona affettivamente importante da cui si sente divisa. È l’ex marito, e l’unghia ha iniziato a rovinarsi subito dopo il divorzio. Si parla dei sentimenti che legano la persona all’ex marito, dell’importanza di guardare in faccia la realtà.
Consiglio di “leggere” questa divisione coniugale ogni volta che guarda l’unghia, unitamente ai sentimenti che ne derivano. L’unghia guarisce dopo alcune settimane.
 
l´occhio lacrima e la gamba è come una bomba
Elena Gherra
`Mi chiama una signora per conto della mamma. In genere preferisco sentire la persona direttamente interessata, ma ascolto lo stesso. Mi spiega che la mamma lacrima da un occhio, il destro, e ha problemi alla gamba, la destra. Mi dice che il dolore è come una bomba che sta per esplodere, è irrigidita e fa fatica a camminare. Dopo alcune domande vengo a sapere che ha perso il marito qualche tempo fa e poco dopo a cominciato ad avere questi sintomi. Inoltre l´occhio le lacrima di più quando c´è molto vento.
 
Suggerisco di dire alla madre: ` il tuo occhio lacrima perchè vorrebbe piangere ma non lo fa, (aumenta con il vento perchè il vento rappresenta ciò che va via, e quindi è collegato con il sentirsi abbandonati) è troppo orgogliosa per piangere, perchè piangere è da deboli`, ancora: `la gamba ti fa male come una bomba perchè il dolore per la perdita di tuo marito vuole esplodere, cioè vuole esprimersi ma tu non glielo permetti e cosi si ripercuote sulla gamba`.
 
Mi richiama dicendomi che l´occhio non lacrima più e la gamba è migliorata.`
 
partecipante di un corso
Elena Gherra
ciao, sono una delle ragazze che ha partecipato a un corso che hai tenuto di terapia verbale, sono quella devastata dal ciclo mestruale.... non ho fatto il rito della medaglietta ancora, più per pigrizia che altro, però questo mese è andata comunque meglio.Tra l´altro ho quasi risolto un altro problemino, sempre grazie alla tua lezione che mi ha dato molto spunti di riflessione.
Ho curiosato su internet le varie pagine( tue e della dottoressa) e le ho trovate veramente interessanti.
Spero teniate al più presto qualche seminario da queste parti, verro senz´ altro a sentirvi.
Una domanda: la gente pùo telefonarti per un consulto al numero chè c´è sul sito senza neppure conoscerti?
perchè in tal caso lo consiglerò ad un paio di mie amiche.
Grazie ancora ciao
A
 
non sento pi√π la gamba
Domenico Lisi
`Una signora anziana viene e mi racconta che ha un problema alla gamba sinistra. Cammina con un bastone, i medici le hanno detto che potrebbe essere un artrosi e che servirà un intervento chirurgico. Le chiedo com´è questo problema. Lei mi dice che non sente più la gamba sinistra. Le chiedo: `chi non senti più e a cui ti appoggiavi ?`
Lei:`Mia sorella che è morta qualche mese fa`.
Io:`La gamba è tua sorella che non senti più e non sai a chi appoggiarti, per questo usi un bastone per sostenerti`.
La mattina dopo non ha pi√π nulla e la gamba funziona perfettamente.`
 
fame nervosa
Domenico Lisi
`Buongiorno,
grazie di avermi risposto,le scrivo per chiedere qualche consiglio su cosa potrei fare per i seguenti disturbi:
cerco di essere breve nella descrizione,io erano 3 anni che vivevo a londra e ora son tornata in italia per un paio di mese per ripartire di nuovo col mio ragazzo a berlino a vivere li,insomma ho fatto molti cambiamenti tra la convivenza e mille traslochi.
Il problemino che mi perseguita da un paio di anni in maniera pesantuccia e la fame nerv osa,direi bulimia forte,ma senza vomitare,in passato soffrivo di questo disturbo circa verso i 13 anni piu o meno vomitando anche...e ora di nuovo...stramangio e poi mi sento uno schifo e ho ancora piu fame e riesco a mangiare davvero quantita enormi di qualsiasi tipo di cibo in una volta...ho 24 anni,sono di peso normale...perche alterno queste stramangiate con dei digiuni avvolte....cmq sento di voler riecquilibrare questa cosa che sento incontrollabile...
 
la seconda cosa che mi sta mettendo un sacco di ansia e paura e una gamba destra anestetizzata dall interno dalla parte che va dal ginocchio alla caviglia,ed e cosi da un mese e mezzo,sto aspettNDO LA VISITA DAL NEUROLOGO,ma intanto mi sto preoccupando molto visto che non passa e non so ma non mi pare un sintomo promettente...
poi in passato avevo acne che ho curato perrfettamente,ma in questo periodo di forte stress e cambiamento per me,mi sento quasi la pelle meno bela,sento di dover dimagrire per la fame nervosa,la gamba cosi e una forte ansia...oserei dire anche depressione con brutti pensieri e avvolte la perdita titale di emozioni,con vuoti che spaventanoanche il mio ragazzo perche io i quel momento non sento emozioni e non percepisco le emozioni e i sentimenti nei miei confronti....non so spiegarla ma una specie di assenza totale dal mondo.
cmq premetto che in passato ho sofferto di ansia,depressione,forti attacchi di panico...anche per diversi avvenimenti della mia vita poco piacevoli.
non so che altri dati possono servire cmq ssintetizzando posso dire che le scrivo sopratutto per il discorso fame nervosa,che nonostante ho avuto cose peggiori mi sta letteralmente corrodendo e controllando facendomi ingrassare,e quindi entro in un circolo vizioso di non controllo e ansia...e la gamba anestetizzata che ha cominciato a dare quei sintomi proprio arrivando qui i italia dal mio ragazzo dopo aver vissuto alondra per 3 anni e mezzo.
prima di londra ho vissuto 10 anni in italia,e prima di allora 10 anni in lituania,dove sono nata.
ho 24 anni.
se servono altri dati mi scriva sono qui.
grazie mille di avermi letta
aspetto una risposta
e grazie mille
 
Cara Silvia,
lei ha avuto un rapporto conflittuale con sua madre ? Desiderava essere amata di più ma non riceveva sufficiente amore? Digiuna perchè si sente in colpa di `pretendere` (in realtà non è una pretesa ma un giusto bisogno) più amore e dialogo con sua mamma. La fame nervosa è un bisogno di essere compresa e amata e compensa questo vuoto con il cibo.
Scappa/viaggia continuamente e non riesce mai a trovare un focolare perchè non riesce a trovare la sua collocazione nella vita, non riesce a trovare più casa sua, in nessun posto si sente a casa, perchè non si è sentita a `casa sua` dove è nata e vissuto con i suoi genitori.
Il problema alla gamba viene dal padre: c´è un segreto famigliare che suo padre (o ancora più indietro con i nonni) tiene nascosto, probabilmente è un segreto sessuale, un rapporto tenuto nascosto.
Il fatto di non sentire più le emozioni di `non sentire` la gamba e le emozioni è perchè non sente più, emotivamente, i sui genitori che non la sostengono.
E cosi la pelle, si sente separata dagli affetti pi√π profondi, anzi non li `sente pi√π`.
Il suo grande amore per i genitori non è stato mai sufficientemente corrisposto.
E´ cosi?
Mi faccia sapere. Nel caso le consiglierò qualche rimedio.
La saluto
Domenico Lisi
Grazie mille per la risposta,cosi accurata...e molto veritiera,mi ci sono ritrovata tantissimo...e proprio tutto vero,il rapporto con mi madre e anche con mio padre il quale non ho neanhche mai conosciuto,che in pratica so che non mi ha riconosciuta alla mia nascita,o una cosa del genere..
Comunque si con mia madre anche il rapporto e sempre stato freddo,pieno di incomprensioni e cattiverie....affetti inespressi...si mi e mancato decisamente l affetto materno e paterno.
E stato davvero bravo lei a interpretare i miei sintomi,anche per quanto riguarda il mio girovagare per ilmondo.
Questa cosa del non `sentire `piu affetti la provo purtroppo anche nel vero senso della parola,ad esempio anche nei confronti del mio ragazzo che mi ama davvero tanto...proprio lo sento come un distacco dalle emozioni,senza riuscire a percepire ne a trasmettere affetto...
cosi anche la gamba...ha ragione..
Si sarebbe bello se mi potesse dare anche qualche rimedio per tutto cio..
In questo periodo mi sta anche ritardando il ciclo mestruale da quasi un mese,mai successo prima,era sempre regolare.e non sono incinta.
Aggiungo anche che sono stat al ospedale,ma non mi hanno saputo dire nulla sulla gamba,dovrei fare ulteriori esami che non faro,ora sono a berlino.
ci trasferiamo qua.vorrei davvero trovare pace stavolta
e credo che ci riusciro,non so se e il modo giusto ma cmq l affetto che mi mancava e che non sapevo esprimere in modo ecquilibrato sto riuscendo a farlo col mio ragazzo col quale le cose vanno piu che bene.infatti avvolte sento quasi `para`del tanto amore suo nei miei confronti.
Grazie spero di sentirla presto,avvero sarebbe bello ricevere qualche consiglio o rimedio...
Grazie mille e buona serata..
a presto`
 
genitori immaturi
Domenico Lisi
`Domenico, cerco di essere sintetica:
di mia madre non mi ricordo un abbraccio, io sono nata troppo presto, appena lei e mio padre si sposarono, sono `arrivata a disturbare` come mi disse una volta, paura che ho cancellato solo recentemente.
A lei è importato tantissimo di mio padre e meno di noi figli, infatti non è riuscita a tutelare sè stessa ma soprattutto me e mio fratello dalla rovina causata da mio padre, il quale decise di seguire una sua idea nel lavoro che gli costò la perdita di tutto, casa compresa. Anche oggi a 10 anni dalla morte di mio padre lei non riesce ad emettere un giudizio obbiettivo sulla situazione. La beffa è che se ci parli, lei ti dice che la sua vita è stata tutta dedicata alla famiglia......Ad oggi mia madre preferisce vivere facendosi aiutare da un´amica piuttosto che affrontare la sua situazione, e per me, oltre a non essere un aiuto oggi (potrebbe trasferisi qui ed aiutarmi con mio figlio) è anche una preoccupazione per il futuro.
Il suo comportamento negli anni ha fatto sì che tutti i parenti si allontanassero.
c´è sicuramente dell´altro che ora non mi viene in mente, ma il risultato è che io sono arrabbiatissima con lei, sono 3 mesi che mi rifiuto di parlarle.
Cosa mi consigli? Un abbraccio, A
 
Cara A, figlia di una donna infatuata di un sognatore.Figlia di una donna che non ha mai accettato l´idea di essere mamma, perchè una eterna adolescente, che oggi vive di inconsci sensi di colpa. E´ una donna fragile, immatura, infantile. Purtroppo non esiste una patente per diventar genitori. Basta una notte d´amore per trasformarsi in adulti genitori.
Mi pare di intuire che tu vivi con una brutta convinzione: non merito di vivere perchè non sono stata voluta, sono un fastidio per il mondo, la vita. Lo so, è terribile questo. Inquina la nostra esistenza come un fumo denso che ci soffoca.
Dobbiamo ricordarci però una cosa mia cara sorella: siamo stati noi stessi come Anime immortali a scegliere questa incarnazione, questi genitori, ambiente ecc...
Atto psicomagico:
Fai una meditazione in cui chiedi perdono a quelle Anime a cui hai fatto del male in qualche tua vita passata (se non ci riesci occorre che ci vediamo e la facciamo insieme).
Poi scrivi un racconto: scrivi la tua storia autobiografica, come l´hai vissuta tu. Non è necessario che sia lunga, falla come ti senti. Poi pungiti un polpastrello e versa qualche goccia di sangue sui fogli. Mettili in una busta da lettera, scrivici sopra la data della tua nascita e la data di quando fai il rito (la data di quando andrai a seppellirla, la storia puoi scirverla anche in più giorni) e seppelliscila sotto terra in un posto che preferisci tu, meglio sarebbe un bosco o un luogo dove non passa nessuno. Poi vai a casa vestiti con vestiti nuovi (comprati apposta) e porta un mazzo di fiori a tua madre, con un foglietto in cui scriverai: Tu sei mia madre, e ti onoro cosi come sei. Eventulmente pranza o cena con lei. Poi vai a casa e scrivi una storia di come avresti voluto che fosse la tua famiglia. Scrivila come se fosse il copione di un film: il film della vita che avresti voluto. Apri un blog e anonimamente o con il tuo vero nome pubblicala cosi che tutti la possano vedere.
Comincia a vivere come se la tua storia fosse quella che hai scritto tu.
Ogni mattina quando ti alzi e la sera prima di addormentarti, per 21 giorni, ripeti a te stessa: `IO HO IL DIRITTO DI ESISTERE E DI ESSERE FELICE, PERCHè DIO LO VUOLE`.
Fammi sapere cara.
Dom`
 
epistoloterapia
Domenico Lisi
`ciao Domenico,
ti ringrazio ancora per avermi assistito dandomi un rito psicomagico che ha letteralmente dissolto tutta la rabbia che provavo verso mio padre, morto 10anni fa:incredibile, semplicemente non ci penso pi√π!
Visto il giovamento che ne ho tratto, credo sia arrivato il momento di `chiudere i conti` anche con mia madre con cui sono tutt´ora molto arrabbiata. Vorrei scrivere una lettera anche a lei ed inviargliela, credo sia l´unico modo di spiegarle le mie ragioni, visto che parlarci è impossibile. Tra l´altro ho avuto altre testimonianze oltre la tua di quanto scrivere una lettera sia importante (è una magia e la penna è la bacchetta magica), ma volevo sapere se tu mi consigli solo la lettera o se è il caso di inserire quest´ultima in un rito psicomagico.
veramente grazie, dal profondo del cuore, ciao.`
 
il triangolo
Domenico Lisi
Mi chiama una ragazza sposata che da 2 anni ha un altro uomo. Col marito non ha più un rapporto sentimentale e sessuale gratificante. Intanto incontra un altro uomo di cui si innamora e con cui vive una bella storia d´amore. Il problema è che non riesce a mollare il marito che vive passivamente questa sua scelta.
E´ molto afflitta perchè non riesce a lasciare andare definitivamente il marito, lo illude e ovviamente vive male il nuovo rapporto.
Intuisco subito che la sua profonda afflizione è causata da forti sensi di colpa e a questo proposito le suggerisco il fiore di Bach Pine.
Ma non basta. In realtà ciò che le causa questi forti sensi di colpa e questo conflitto, che non le permettono di lasciare definitivamente il marito, è il fatto che tra loro due si è innescata una dinamica: mamma - figlio.
Lei mi conferma che tra loro due il rapporto era diventato di fratello e sorella, ma in realtà le faccio capire che il rapporto era mamma - figlio. Forse in un´altra vita sono stati effettivamente mamma e figlio e in questa hanno continuato a vivere questa dinamica anche se coscentemente sembravano marito e moglie. Capita spesso. Tuttavia, siccome io preferisco guardare ciò che accade in questa vita, senza andare a scandagliare le vite precedenti (a meno che non ce ne sia proprio bisogno e li impiego la meditazione profonda) le spiego che il suo inconscio pensa che lasciare il marito equivale ad abbandonare un figlio. Nel suo inconscio non c´è una separazione tra moglie e marito ma l´abbandono di una mamma del proprio bambino.
Mentre le consapevolizzo la dinamica incosncia le diventa tutto molto più chiaro e mi conferma che è proprio cosi.
Sempre al telefono le faccio fare una visualizzazione: le faccio visualizzare suo marito piccolo come un bambino tenuto in braccio, le dico di coccolarlo e cullarlo come se fosse un bambino piccolo (in questo modo cerco di portarle alla luce l´immagine che vive nel suo inconscio, di farle prendere atto di quello che c´è veramente). Poi le dico di dire al bimbo piccolo che ha tra le sue braccia che lui non è suo figlio, ma suo marito, che deve prendere la sua strada e permetterle di prendere la sua strada con un uomo che sia compagno di vita. Le chiedo di visualizzare, appena si sente pronto, che lui si alzi e se ne vada per la sua strada voltandole le spalle. Infine le chiedo di visualizzare il suo nuovo compagno alla sua destra che le tiene la mano e insieme camminano lungo una nuova strada.
 
mal di schiena trattato con l´energia vitale
Domenico Lisi
Una signora viene da me con forti dolori alla schiena, porta il busto e ha seguito diverse cure con scarsi esiti.
Dopo averle spiegato gli schemi mentali che provocavano il problema le faccio tre trattamenti energetici. Gia dopo il primo sennte un notevole sollievo, al secondo recupera anche il buon umore e alla terza seduta non ha pi√π niente.
Quello che faccio è sentire la sua struttura energetica, capire dove il flusso di energia si è interrotto e poi con meditazioni e visualizzazioni la riarmonizzo e la carico di energia.
C´è da dire che la rigidità fisica riflette una rigidità di carattere che difficilmente si può risolvere. E´ possibile un progresso solo se la persona decide di volersi veramente bene. Infatti alla base del rigido c´è una intransigenza non solo nei confronti degli altri ma anche nei confronti di se stessi.
 
organi genitali
Domenico Lisi
`Caro Domenico, dopo la nostra telefonata ho pensato che la tua `diagnosi` è a dir poco azzeccata! Non voglio dilungarmi nel racconto del mio lungo e contorto passato e quindi mi soffermo a dirti solo che il papilloma virus che mi hanno diagnosticato se non curato nel giro di 3 4 anni diventa tumore al collo dell´utero quindi per fortuna ce ne siamo accorti in tempo e nel giro di un mese mi devono fare un piccolo intervento che consiste nel portarmi via la pelle malata del collo che poi si andrà a riformare..il tutto fortunatamente senza conseguenze sulla mia vita sessuale e sulla possibilità di avere figli. Ieri ho ragionato sulle cose che mi hai detto,su questo non accettare che diventerò come mia madre ma io sono convinta che saro´ diversa..siamo 2 persone completamente diverse!!! Pero´ la cosa importante è che grazie alle tue parole ho preso consapevolezza che questa paura c´e´ nel mio inconscio e quindi l´accetto!
 
..................Già, la legge d´attrazione.......
conoscendo te ha esaudito un mio grande desiderio, cioè quello di avere un rito di psicomagia, anzi tu me ne hai già dati 2, fantastico!
Una sostanziale differenza che ho già notato da quando ho fatto il rito relativo a mio padre è che prima di farlo stavo malissimo perchè il mio compagno si era allontanato, dopo fatto la sofferenza si è quasi annullata, evidentemente ciò ha a che fare con il `volersi bene`.
E difatti mi stò concentrando sull´amarmi come tu hai suggerito, Domenico, sei grande!c
Un abbraccio.`
 
un altro caso di mal di schiena
Domenico Lisi
Caro Domenico, come stai?
Ti comunico che il dolore nella schiena è pressochè scomparso, quasi del tutto, grazie!
Ho fatto l´atto psicomagico che mia hai consigliato:
-ho scritto una lettera davanti alla fotografia di mio padre: ho tirato fuori tutto quello che non gli ho potuto dire da vivo (è morto nel 2000), quanto dolore mi ha causato e quali problemi pratici sono derivati dal suo comportamento poco responsabile, quando dovevo scrivere le cose positive.....ho faticato un pò, ma alla fine sono riuscita a trovare qualcosa.
-ho spedito la lettera e quando arrivata ho fatto come hai detto, l´ho letta nuda a letto davanti alla foto di mio padre, poi mi sono addormentata mettendola sotto il cuscino.
-stamattina ho preso lettera e foto e sono andata in un parco vicino a casa mia, ho fatto una buca e le ho seppellite piantandoci sopra una rosa rossa.
-mi sono comprata una camicia, pensando non ai soldi che stavo spendendo (questo è per me un momento finanziariamente difficile) ma a volermi bene.
mi sono sentita felice una volta completato il tutto e proprio oggi pomeriggio è successo che il mio compagno (o ex non so come definirlo) quello che si chiama come mio padre, mi ha chiamato, non lo faceva da più di 2 settimane. Non so se questa storia possa guarire, io me lo auguro perchè gli voglio bene.
Ti aggiornerò su altre novità, spero che ce ne saranno.
Domenico, grazie ancora per il tuo aiuto.
 
una madre migliore
Domenico Lisi
`una madre migliore
Ciao Domenico,
innanzitutto ti ringrazio per esserti dedicato a me oggi.
Sono le 14.00 e ci siamo sentiti da poco: il mio problema era un dolore alla schiena sul lato sinistro che avevo da quando è nato mio figlio, circa 3 anni e mezzo.
Tu l´hai individuato come un tradimento e l´hai messo in relazione con mia madre: e in effetti da quando sono diventata madre a mia volta con rammarico mi rendo conto di ricadere in alcuni errori che ho condannato a mia mamma nei confronti dei figli, ed è una sensazione bruttissima.
Mi hai fatto concentrare sul dolore, visualizzare mia madre come lama di un coltello infilato dove mi fa male e ripetere respirando il dolore: `io non sono come te`, `io amo pi√π di te`, `io sono una madre migliore di te`.
Fatto questo, ho avvertito nella parte corrispondente al dolore un calore e un formicolio che durano ancora ora, come se il calore del sole colpisse la parte. In effetti sono seduta di fianco a una finestra con il sole a sinistra, ma constato con piacere che la sua luce non arriva addosso a me ma si ferma prima!
Il dolore pare scomparso, è una sensazione strana, mi accompagnava da così tanto tempo che stento a crederci!!
Ti sono grata per quello che hai fatto, erano anni che mi portavo dietro questo fardello ed è da tanto tempo che seguo il grande Jodorowsky per avere un atto psicomagico ma senza successo e tu oggi me l´hai dato! grazie di cuore.
Ora seguo il tuo consiglio e mi metto a fare altro, dimentico questa cosa e stasera quando vado a prendere mio figlio svolgo la seconda parte, quella del battito del cuore e poi completo la mail.
Sono le 21.50 e da poco ho fatto sentire a mio figlio il battito del mio cuore, spiegandogli che quel battito è l´amore che io provo per lui e pronunciando le frasi `io amo più di mia madre`, `io sono la mamma perfetta per il mio bambino`. Mio figlio si è prestato a questo gioco, come io l´avevo chiamato, anche se è rimasto poco in posizione di ascolto, giusto qualche attimo per pronunciare le frasi poi via! credo che sia normale, ha 3 anni e mezzo e la pazienza commisurata con l´età. E´ stato comunque piacevole, la posizione dell´allattamento come tu l´hai chiamata la conosco molto bene, poichè ho allattato mio figlio fino a maggio scorso, cioè fino ai suoi 3 anni. Ho molto creduto nell´allattamento materno e nel contatto mamma - figlio, finchè appunto a maggio mi sono messa con un uomo che me l´ha fatto interrompere tacciandolo - insieme allo stare in braccio o comunque in contatto fisico con mio figlio - come smanceria eccessiva che avrebbe addirittura danneggiato la crescita del bambino. Purtroppo gli ho dato retta, dico purtroppo perchè questa storia dopo 10 mesi è finita, ho trovato un altro uomo che non si prende le responsabilità, come mio padre (si chiama come lui tra l´altro) e dire che si era presentato così bene, con bellissimi propositi.
Scusa la digressione, ma che sia stato un altro `ripercorrere gli errori` di mia madre? sarebbe tremendo se fosse così, io quest´uomo l´ho amato e credo di amarlo ancora. Cosa ne pensi Domenico? che io abbia bisogno di altri atti psicomagici?? Eppure pensavo che il mio proposito di trovare un uomo che mi amasse veramente e si prendesse le sue responsabilità fosse lecito, evidentemente non è così. Mi consigli qualcosa in merito?
A proposito, ho ripetuto la sera verso le 20.00 la prima parte dell´atto, quella fatta al telefono con te, poichè era scomparso il dolore della `pugnalata` alla schiena ma si era spostato nella parte bassa del rene, sempre a sinistra, come ti dicevo è un dolore che si sposta. Ha avuto come risultato un `pulsare` del corpo e la quasi totale attenuazione del dolore - magnifico!`
 
pidocchi
Domenico Lisi
`una signora mi scrive:
Buonasera Domenico, La disturbo per chiederle se per caso riesce a darci una mano. Ho una bambina di 5 anni che da 6 mesi ha la testa invasa dai pidocchi. Abbiamo provato vari prodotti
super aggressivi, naturali, vari pettinini. La bambina ha dei capelli riccissimi e questo di sicuro non aiuta. Non ne possiamo più. Non sappiamo più cosa fare. Secondo lei c´è un motivo per cui non riusciamo a liberarcene? Li ha presi anche il fratello ma a lui sono andati via subito con i primi trattamenti.
Spero tanto riesca a darci una mano.
Al telefono le chiedo: cosa rappresentano per lei i pidocchi? Sono fastidiosi e si intrufolano tra i capelli folti e ricci...
Allora le chiedo: come li immagina i pidocchi di sua figlia ? Al che lei risponde: come dei cosi lunghi e stretti... Come un pene ? un pene che si intrufola tra i peli ricci e folti del suo pube.... Suo marito vuole fare sesso con lei ma a lei non va? sente l´intrusione del suo pene come un fastidio? Una gran risata è la risposta che ricevo. Si è vero, mio marito vuole fare sesso ma io non voglio. Mia cara signora, sua figlia è stata contagiata dal suo pensiero-emozione e ha espresso con i pidocchi il suo fastidio.
Dopo una settimana mi scrive:
Ciao Domenico,
Grazie ancora per la tua consulenza telefonica. Da subito `la produzione di pidocchi` si è dimezzata di giorno in giorno. Ne ha ancora pochissimi (prima ne trovavo circa 50-60 al giorno ora circa 7 ) ma per farla finita del tutto mi dicevi di provare con battesimo....
Posso chiederti dettagli al telefono o ti viene pi√π semplice rispondere via e-mail?
Mille grazie
Roberta
L´atto psicomagico che le consiglio è di battezzare un oggetto lungo e stretto e dei granelli di sabbia col nome della figlia e di trasferirle i pochi pidocchi ancora presenti nella testa della figlia.`
 
enuresi
Domenico Lisi
Mi scrive una mamma preoccupata perchè suo figlio di 9 anni fa ancora la pipi a letto.
 
Le scrivo:
Salve,
Il bambino con questa enuresi vuole mantenere stretto il rapporto con lei, si comporta da neonato per questo motivo. Forse si sente scalzato dalla presenza di un fratellino se c´è. Comunque avverte minore attenzione da parte sua forse perché lei sta dedicando attenzioni a qualcos´altro e il bambino, che ha un rapporto di forte attaccamento nei suoi confronti, non lo accetta.
Gli chieda: perché continui a fare il neonato? Sei un bambino di 9 anni ormai. Le consiglio un fiore di Bach: cherry plum .
Mi faccia sapere
 
la suora
Domenico Lisi
`Mi scrive una donna che lavora in una scuola materna gestita da suore:
lavoro in una scuola materna privata con dei bambini favolosi ma una coordinatrice tremenda: una suora di anziana veramente stronza con la vocina stridula e un atteggiamento scostante con tutti, compresi bambini e genitori (figurati con noi maestre sue sottoposte). Ecco, da quando lavoro lì ho cominciato a soffrire di candida. Prima non mi era praticamente mai successo, ho sempre avuto una vita sessuale vivace e felice e anche adesso con mio marito vivo sempre delle belle emozioni. Circa quattro anni fa ho avuto una bella bimba e alla cara suora questo non è andato giù....mi rinfaccia ancora il fatto che sono stata a casa quasi due anni, perchè ho avuto una gravidanza impegnativa e poi dopo non avevo nessuno che si potesse occupare di mia figlia fino a quando poi non è andata al nido. Oggi però ho detto una frase che mi ha dato la scossa: eravamo in salone gioco con tutti i bimbi e la suora ha fatto una delle sue vocine acute insopportabili e io ho detto alla mia collega `accidenti, questa vocina mi fa venire il prurito!!!` e poi ho subito pensato `la Mereu!`.... Mi chiedo se questa mia illuminazione può avere un senso.....
 
Le rispondo:
Cara A, qui stai vivendo o meglio subendo un trasferimento di schemi religiosi ipocriti sulla tua pelle.
Lei è invidiosa di te e della tua maternità, e in realtà odia dei bambini che nella sua vita purtroppo non ha mai avuto. Fa la preside perchè in questo modo cerca di surrogare un intimissimmmmoooo bisogno di maternità che non si è mai realizzata.
Tu ti ammali ma lei sta benone perchè trasferisce alle sottoposte la sua insoddisfazione e rabbia. La candida ti è venuta perchè hai permesso al suo schema religioso di passare a te, con relativi sensi di colpa per il sesso e le felicità che porta.
Ti suggerisco un atto psicomagico che non so se riuscirai a fare, per via dell´ambiente religioso in cui operi, ma che ha aiutato moltissime donne: il rito della medaglietta. Se ti interessa farlo chiamami cosi te lo spiego per telefono. A parte tutte le visite da medici e ginecologi che comunque e bene che tu faccia e relative prescrizioni, se vedessi che niente è servito la medaglietta fa molto bene.
E te lo dice uno che è stato in seminario per diventar prete ma che poi è scappato via a gambe levate......
Il prurito è un desiderio sessuale represso...... ma non il tuo....quello della suorina che non riesce a soddisfare... tu lo hai solo preso come un contagio `energetico`.
 
Mi risponde:
Carissimo Domenico...grazie!!Mi hai dato una risposta perfetta...hai fatto una foto della realtà in cui vivo. Mi puoi mandare le spiegazioni del rito della medaglietta per email??? Mi faresti un piacere, per telefono ho paura di perdermi qualche passaggio.
 
 
Questa è la sua risposta qualche settimana dopo averle mandaro le istruzioni:
 
Caro DOmenico GRAZIEEEEEE!!!! Ora sto bene lo posso dire. Sono stata
messa in malattia dalla mia dottoressa donna illuminata....lontana dalla
suora invidiosa e ho lavorato sulla mia rabbia nei suoi confronti. Dopo
tanto disagio e tanta sofferenza fisica ed emotiva il dolore è passato e
ora sento di nuovo la voglia e il desiderio nei confronti di mio
marito....Il sesso è bello e fare l´amore è bello.
La mia ginecologa, anche essa donna illuminata forse perchè sarda, mi
ha prescritto di fare l´amore come medicina.
Scusa se scrivo le cose in maniera sconclusionata ma sono felice. Non ho
fatto il rito della medaglietta ma l´ho visualizzato, come
pranoterapeuta uso spesso la visualizzazione come tecnica di lavoro sui
miei pazienti e anche su di me.
Hai fatto una lettura perfetta della mia situazione. Ti ringrazio e ti
mando una Luce d´amore in un abbraccio energetico.
Mi piacerebbe poterti incontrare per farti il mio sorriso di gioia-
A
presto. Nella Luce.
A`
 
Macchie scure
Domenico Lisi
`Macchie scure:
Caro Domenico, Già prima della gravidanza mi sono venute macchie scure sul volto..di quelle che vengono col sole e durante l´inverno si attenuano..le ho sopra al labbro superiore altezza baffi..e anche sugli zigomi..che significa??
Risposta:
Le macchie alla luce del sole...... Ti dava molto fastidio far sapere alla gente o a tua madre che ti guardava (il viso) che tu hai fatto sesso, perché se hai concepito hai fatto l´amore e invece tu vuoi che la tua intimità sia ben nascosta allo scuro/buio di una stanza da letto, nessuno deve vedere e sapere quello che faccio nel mio letto. Quest´ansia ha portato le macchie. Ma tu stizzita allo stesso tempo dici a tutti: `il vostro giudizio mi fa un baffo e vi mando a cagare.....(scura come la cacca)!``
 
problemi di autostima
Domenico Lisi
Mara mi scrive:
Ciao Domenico, Grazie intanto per la risposta! ti chiedo un´altra cosa... ogni giorno mi ritrovo involontariamente a sbirciare cosa fa la ex morosa del mio ragazzo,come se fossi interessata a cio´ che fa e alla sua vita..ecco vedi in qualche modo sento che lei è meglio di me! Perchè??? la mia mancata autostima fa si che mi senta inferiore..e ho paura persino di chiedere a Davide di scrivere quella frase come mi hai suggerito perchè preferisco non nominarla neanche..magari se non ce l´ha in testa è meglio!
Risposta:
Carissima, il confronto continua eh ??? Prima con tua madre e ora con la ex.... ma che avrà mai lei più di mè o meno di mè? sono meglio io o lei.... a letto lo fa meglio con me o con lei .....
Sganciati dal confronto. Guarda solo te stessa e nessun altra.... tu sei il centro del tuo universo il tuo stesso sole.... non orbitare intorno a nessuno. Non confrontarti con nessuna.
E´ una insicurezza dilaniante... lo so...
Dice lo slogan della pubblicità ferrarelle: amati e nessuno sara mai come te!!! l´hai vista?
Allora ti do questo atto psicomagico: compra una bottiglia ferrarelle poi vai davanti a uno specchio a casa tua guardati negli occhi e di a te stessa a voce alta: Io mi amo e nessuna sarà mai come me !!!!
e poi beviti l´acqua ferrarelle, ad ogni sorso ripeti la frase con sempre maggior convinzione. Ti assicuro che ti aiuterà moltissimo. Anche se ti sembra una cosa strana. E´ un atto sciamanico che lavorerà nel tuo inconscio per ripristinare la tua Unicità e Bellezza come donna eliminando il confronto che ti distrugge. Quando poi ti capiterà di vedere la pubblicità la tua autostima crescerà sempre di più e finalmente ti sentirai DONNA.
Buona giornata..... io credo in te e nella tua Bellezza UNICA !!!!!
Risposta:
Caro Domenico,ho fatto come mi hai detto..bottiglia di ferrarelle e Silvia allo specchio..mi sento meglio lo sai??Grazie davvero tanto per i tuoi consigli e soprattutto per la tua grande disponibilità! Una gran sicurezza in me è nata e sento che io valgo! Grazie
 
Mal di schiena
Domenico Lisi
`Mal di schiena
Conosco su facebook una ragazza perchè interessata ai miei corsi. Chattando di argomenti energetici mi parla di un forte dolore alla schiena che da anni la tormenta. Fa un lavoro di ufficio e quindi deve restar seduta per molte ore al giorno e questa sedentarietà acuisce il dolore.
Indagando scopro che il dolore è iniziato 11 anni fa. Chiedo cos´è successo 11 anni fa e scopro che ha lasciato un ragazzo che la trattava male con violenze psicologiche e a volte anche fisiche.
Capisco subito che c´è un collegamento tra il suo dolore localizzato nella zona dei lombi, tra una vertebra e l´altra, e le spiego che non ha lasciato andare ancora il trauma che ha vissuto con quell´uomo. Le chiedo di ricordare questo ragazzo e di metterlo, con una semplice visualizzazione, nel punto esatto dove le faceva male. Le dico: `ricorda questo ragazzo, la sua violenza e aggressività. Ora visualizzalo come un puntino e mettilo esattamente dove ti fa male`. Qualche minuto dopo il dolore sparisce definitivamente e a distanza di tempo non si è ripresentato più.`
 
Manca il sostegno
Domenico Lisi
 
Gentilissimo Domenico
prima di tutto la vorrei ringraziare per la sua disponibilità telefonica di martedi´ 17 agosto,,dato anche il periodo di festività è stato davvero gentile. Ho riflettuto su quanto mi ha detto ...cioè della rabbia nei confronti di una donna relatvamente ad un mancato sostegno ..effettivamente è successo un simile episodio a novembre 2009 e dopo aver parlato con Lei il dolore che sentivo al fianco (altezza vita) come per magia si è zittito.
Sento però che ho ancora bisogno di aiuto.
Le ricordo qualè il problema: un dolore altalenante a sinistra del corpo a volte sento fitte al collo, alla spalla al braccio al seno e fino all´altezza vita. di pochi secondi... Altre volte sento fitte all´ascella e al seno sinistro. come se ci fosse una morsa che stringesse...altre volte brucia o è pungente..ho notato che in prossimità del ciclo mestruale/ovulazione il seno si ingrossa molto e mi duole. ..a volte mi sembra di avere le ghiandole ingrossate (ascella seno)Ci sono giorni in cui sto bene altri invece no. Ultimamente mi sveglio al mattino con un dolore ascella e seno sempre sinistro, brucia ed è pesante.
Le chiedo per favore se può darmi un aiuto a risolvere in modo definitivo questa situazione che mi accorgo mi sta distogliendo l´attenzione e la presenza dalle cose..e non me le fa godere e vivere pienamente.
Mi faccia sapere se serve che la contatti ancora telefonicamente
Grazie di cuore
S
 
Dolore ai polsi
Francesca Borghi
Una mia paziente soffriva di dolore ai polsi. Mi dice che a causa del dolore non può muoverli. Le chiedo da cosa si sente incatenata, ridotta in schiavitù. Mi dice che la madre anziana e gravemente malata con cui vive la tratta da serva, mentre lei non può abbandonarla nè sa ribellarsi. Le chiedo se è sua madre a tenerle I polsi ammanettati. La paziente a queste parole sgrana gli occhi, scoppia in una risata e dice di non averci mai pensato, ma è proprio così! La sensazione è proprio quella! Il dolore ai polsi le passa subito e ad oggi (è passato circa un anno) non è tornato.
 
 
 
Il dito guarito
Francesca Borghi
 
Viene in seduta una paziente che mi dice che stava quasi per telefonarmi e rimandare la seduta perchè si è appena fatta male ad un dito. Mi fa vedere il dito medio della mano destra che è gonfio e rosso. Mi dice che cucinando si è ustionata. In effetti capisco che deve farle molto male. Le chiedo con chi avesse litigato e cosa stesse cucinando. Mi risponde dicendo -Dovevo fare la cena per la famiglia perchè mio marito non muove mai un dito! Lui non fa niente e anche se io vado di corsa devo sbrigarmi a fare tutto, quindi anche se stavo per uscire per venire qui sapevo che sarei tornata oltre l`ora di cena e che mia figlia avrebbe avuto fame. E quindi per correre mi sono scottata con la pentola!-
 
-ma lei è molto arrabbiata con suo marito!- le chiedo io.
 
-certo che lo sono... sono proprio arrabbiata!- Dicendo questo si mette a piangere e continua -mi ha deluso, non pensavo che sarebbe diventato così. Lui negli anni si è trasformato, è diventato insensibile, mi tratta come una serva! Vorrei mandarlo a quel paese ma non posso, mia figlia è troppo piccola e non me la sento.-
 
-E la scottatura al dito le sta ricordando proprio questo: lei vuole mandare a quel paese suo marito!-
 
-è vero! È vero! È proprio così! Gli sto facendo proprio quel gesto- La donna ora ride soddisfatta. Continuiamo a parlare d`altro per circa un`ora. Quando se ne va il dito è completamente guarito, davanti ai miei occhi, senza pomate nè altre cure se non l`interpretazione del sintomo. 
 
 
Apprezzamenti
Una bella carica
Ma Lei e` un genio!
Sto leggendo il Suo secondo libro....
ed ho un miglioramento piu` che altro sull`umore: ho qualcosa di divertito dentro di me che mi da una bella carica.
La aggiornero` pi√π avanti comunque.
LW
 
Pace a te e ai tuoi angeli
As salam alaikum a Lei Gabriella, direi pi√π volentieri a te, sorella, in quanto anime figlie di una unica sorgente.
As salam alaikum vuol dire pace a te ed ai tuoi angeli.
Ho letto un tuo libretto capitato, si fa per dire, per caso, sul frasario Mereu. Uno squarcio.
Erano diversi mesi che non riuscivo più a leggere niente, neppure quello che generalmente più mi appassiona. In due ore, l`ho bevuto ed ho riso, leggera e mi sono ritrovata ricaricata ed allegra. Vorrei solo aver potuto essere una tua allieva. Ce un bisogno immenso di libertà e di eros che si sente urlare ogni singola persona se pur non vengano proferite parole, quando poi escono....
E` stata come una liberazione, un velo strappato via, vedere i condizionamenti inflitti ed autoinflitti, alcuni già riconosciuti, altri più subdoli, sottili, ho molto da lavorare per deprogrammarmi ma.....inshallah.
Ti sono grata per il lavoro che fai. Volevo dirtelo. Dovrebbero insegnare tutto ciò obbligatoriamente già nelle scuole. Il mondo cambierebbe nel giro di poche generazioni.
 
Le mie emozioni e i miei pensieri determinano il mio stato di salute!
Gentile dottoressa Mereu,
ho letto il suo libro e ascoltato il suo dvd: è estremamente interessante quanto lei dice! Io ci credo‚..le parole sono energia pura e possono creare o distruggere! Ho messo subito in pratica i suoi insegnamenti e ha cercato di capire le mie convinzioni errate e di trasformarle. Ho individuato il tiranno e l`ho reso innocuo, facendomi passare tanti acciacchino. Da oltre trent`anni mi curo da sola (ne ho 60) usando la tecnica della autoconsapevolezza: nel mio corpo ci sono io e so che le mie emozioni e i miei pensieri determinano il mio stato di salute!Le racconto un fatto accadutomi nel 92 quando, in barella perche non riuscivo a camminare dal dolore, sono finita in ospedale per un attacco di appendicite .Era mezzanotte e il medico di turno mi ha guardato la pancia senza poterla sfiorare e mi ha detto:: si metta a letto:domani sarà la prima ad essere operata. Rimasta sola nel silenzio della stanza ho cominciato a riflettere e mi sono ricordata che, per una serie di situazioni di vita stressanti, non liberavo l`intestino da giorni. Ho chiesto scusa al mio corpo per averlo trascurato e gli ho giurato che mai più sarebbe accaduto. Ho iniziato a respirare e a convogliare con il pensiero le feci verso l`uscita:il dolore diminuì poco dopo, tanto che presi a massaggiarmi con sempre più vigore la pancia( prima non sopportavo il peso della camicia da notte!Bevvi acqua ogni 5 minuti e poi mi alzai( !!!) e andai a chiedere in cucina un po` d`olio. Senza farmi vedere dall`infermiera me ne versai un bicchiere intero e, una volta a letto , alternai un sorso di olio ed uno di acqua e continuai con le respirazioni e il massaggio. Alle 2 di notte andai in bagno e mi liberai l`intestino Al rientro in camera il medico notturno mi vide e disse: E i dolori?Vada a letto che vengo a vederla: Mi tastò premendo con forza e mi chiese:: Cosa ha fatto?: Risposi: Ho respirato e mi sono liberata ‚Mi guardò come se fossi pazza e se ne andò. Il mattino dopo arrivò con il primario che davanti al mio letto gli chiese::Qui?: Il dottorino rispose:Appendicectomia:.Il primario mi tastò e disse::Ma qui non c`è niente, aspettiamo.: Il dottorino arrossi e balbettò qualcosa per giustificare la sua diagnosi errata.E mentre il primario si recava presso un altro letto, il dottorino si chinò su di me e sottovoce mi disse::Lei non uscirà di qui prima di essere operata!!!:Aveva uno sguardo e una voce così carichi di odio per la brutta figura che gli avevo fatto fare , che non dimenticherò mai!!!!!!!!!!!Mi tennero a dieta liquida per 3 giorni e poi ripresi a mangiare:stavo benissimo! Chiesi più volte al dottorino di andare a casa, ma si rifiutava di farmi la lettera di dimissione, finchè incazzato mi buttò in malo modo la lettera dopo 7 giorni, dicendomi::Tanto tra 15 giorni tornerà qui a farsi operare!!!:Ho risposto::Questo lo dice lei!: Da allora sono sempre stata bene !Questo per farle presente quanto poco stia a cuore la salute delle persone ad alcuni discendenti di Ippocrate ! Per fortuna esistono persone come lei, dottoressa, che non si è fermata a ciò che ha imparato all`università, ma è andata oltre!La ringrazio di quello che ci da!
Un abbraccio
 
Vibrazioni
Carissima Gabriella,
meraviglioso sentirti parlare e sentire le vibrazioni delle persone e della loro variazione dopo il tuo intervento, il Risveglio...
 
Grazie di cuore
Un grande abbraccio
 
Bruciore a i piedi
`Gent.ma dott.ssa Mereu,
Vorrei trasmetterle questa mia piccola esperienza:
proprio ieri avevo attuato la procedura della terapia verbale ad una mia collega di lavoro. Mi riferiva bruciore ai piedi e dopo averle posto la domanda cosa le brucia nella sua vita personale, mi ha rispoto che era la testa; dopodichè le ho suggerito di applicare del ghiaccio sulla testa e lei quasi incredula alla mia riposta era un pò titubante. Dopo qualche minuto avvertiva la sensazione di eliminazione del bruciore.
 
Cordiali saluti`
 
Cantico dei Cantici e Terapia verbale
`
Carissima dottoressa,
siamo Elena e Greca sue ammiratrici
Abbiamo seguito con piacere e interesse i suoi libri da diversi anni e più recentemente il DVD contenente i suoi seminari (tramite mamma). Abbiamo condiviso il suo messaggio con nostre amiche e conoscenti. (Oltre che esserci curate da sole e aver curato altri) Una di queste è L.C.una´allegra veneta che vive in Sardegna che si rispecchia un po´ in lei anche caratterialmente. Anche lei cerca di curare altri col suo metodo dopo aver visto il DVD. 
 
Di recente io,Greca, che lavoro come massaggiatrice, ho curato una cliente che da anni aveva dei continui problemi intestinali che la spingevano a correre in bagno subito dopo ogni pasto, cosa che le stava impedendo anche di avere una vita sociale e condizionandola sull´effetto che vari cibi avrebbero potuto farle. Capendo il suo stato emotivo in relazione ad avvenimenti della sua vita ho intuito grazie alle sue deduzioni che il suo malessere rivelava un conflitto e quindi che il suo andare in bagno di continuo esprimeva il suo desiderio inconscio di liberarsi di persone, che come escrementi putridi nel suo organismo, la stavano danneggiando. Non potendosi liberare fisicamente di queste persone il suo corpo lo faceva per lei. Dopo aver esaminato insieme la cosa lei è guarita immediatamente; infatti la settimana seguente mi ha rivelato che il suo problema era cessato definitivamente incidendo non solo sul suo stato fisico ma anche sul suo benessere emotivo!
 
Potremmo andare avanti per ore a indicarle casi anche personali in cui la sua teoria si è dimostrata valida. Pensiamo che lei sia un genio di quelli che solo dopo molti anni l'umanit∠si rende conto di quanta sacrosanta ragione abbia!!!
 
Da anni, prima di leggere i suoi studi, avevamo qualche elemento che ci spingeva a credere che la mente avesse un effetto potente sul corpo e sullo stato di salute. Ci riferiamo sullo specifico, a qualche libro di psicologia, in modo particolare Che cosa è la psicologia di Pierre Daco nella sua parte relativa alla psicosomatica e a due discorsi biblici di due nostri fratelli in fede americani (Testimoni di Geova) Ed Algin e Daniel Sidlik
 
Negli anni abbiamo notato quanta straordinaria armonia ci sia tra le sue conclusioni mediche e il sano intendimento degli insegnamenti biblici!!!
 
Ora desideriamo tanto ringraziarla e renderla partecipe delle nostre conclusioni, certe che le faranno molto piacere!
 
Lei fa giustamente notare che le malattie, o meglio i sintomi, sono una conseguenza di un ragionamento difettoso: secondo la Bibbia l’imperfezione ereditata dai nostri primogenitori è questo difetto, che si riflette in ogni angolo della nostra vita modificandone lo svolgimento in base a presupposti errati. 
 
Uno degli obiettivi delle Sacre scritture è quello di indicare dolcemente all’uomo la strada della felicità secondo canoni corretti, piacevoli, buoni, positivi, sani, equilibrati, benefici per la mente e di conseguenza per l’intero organismo. In Isaia 48:17,18 si legge infatti: “Io, Geova, sono il tuo Dio, Colui che ti insegna per il [tuo] beneficio, Colui che ti fa calcare la via per la quale devi camminare. Oh se tu realmente prestassi attenzione ai miei comandamenti! Allora la tua pace diverrebbe proprio come un fiume, e la tua giustizia come le onde del mare!”.
 
Questa scrittura mette in luce che tutto ciò che il nostro Creatore ci insegna ha lo scopo di farci del bene e migliorare la qualità della nostra vita sotto ogni aspetto, come è logico che sia da parte di qualunque progettista che conosce ciò che ha creato meglio di chiunque altro ed è quindi il più qualificato per spiegarne il funzionamento ideale.
 
 
Siamo rimaste molto colpite dal suo intendimento equilibrato del “peccato”  (cosiddetto)  che riflette quello che è il sano concetto Biblico sui piaceri della vita (che lei chiama Eros).
 
Tristemente, le false religioni hanno distorto totalmente il concetto di Dio su aspetti della vita come: piacere sessuale, divertimenti, cibo, concetto di perfezione, per citarne alcuni… facendo credere che Dio disapprovi e condanni con punizioni e pene le fonti di piacere,quando la realtà è che Lui stesso ne è la Causa Prima. Questo, come lei deduce crea sensi di colpa ingiustificati e … malattie!
 
E’ quindi molto importante ritrovare la linea di demarcazione tra ciò che insegnano gli uomini e quello che è il sano insegnamento Divino: questo aiuterebbe molti a guarire spiritualmente, quindi fisicamente. 
 
Per esempio è luogo comune credere che i piaceri sessuali siano in antitesi con Dio. E asseriscono che il peccato originale di Adamo ed Eva era di natura sessuale.
 
Niente di più falso!!! Il solo pensiero è infamante per Dio che ha inventato il sesso e ne ha fatto dono all’uomo. Molte scritture presentano il pensiero di Dio al riguardo, che non lascia spazio a interpretazioni: 
 
Proverbi 5: 18,19 descrive in maniera poetica il piacere sessuale dicendo: 
“Sia benedetta la tua fonte d’acqua, (inteso come piacere sessuale) e rallegrati con la moglie della tua giovinezza, amabile cerva e attraente capra di montagna. Le sue proprie mammelle ti inebrino in ogni tempo. Sii di continuo in estasi per il suo amore”.
 
Quale abile contorsionista può intendere da queste parole che per Dio il sesso sia peccaminoso? Non emerge invece quanto questo ai suoi occhi sia un atto puro e benedetto da Lui?
 
Il Cantico dei Cantici 1:2; 2:3-6; 4:11; 7:7-10 scrive: 
“Mi baci egli con i baci della sua bocca, poiché le tue espressioni di tenerezza sono migliori del vino.
“Come un melo tra gli alberi della foresta, così è il mio caro tra i figli. Ho desiderato appassionatamente la sua ombra, e là mi sono seduta, e il suo frutto è stato dolce al mio palato. Mi introdusse nella casa del vino, e il suo vessillo su di me fu amore. Rinvigoritemi con schiacciate d’uva secca, sostenetemi con mele; poiché sono malata d’amore. La sua sinistra è sotto la mia testa; e la sua destra mi abbraccia.
Le tue labbra continuano a stillare miele di favo, o [mia] sposa. Miele e latte sono sotto la tua lingua, e la fragranza delle tue vesti è simile alla fragranza del Libano.
Questa tua statura somiglia in effetti a una palma, e le tue mammelle a grappoli di datteri. Ho detto: ‘Salirò sulla palma, per afferrarne i grappoli di datteri .E, ti prego, le tue mammelle siano come i grappoli della vite, e la fragranza del tuo naso come le mele, e il tuo palato come il miglior vino che va giù diritto per il mio caro, scorrendo con dolcezza sulle labbra di quelli che dormono”. “Io sono del mio caro, e la sua brama è verso di me”.
 
Perché mai Dio avrebbe fatto includere tali espressioni d’amore ardenti a sfondo sessuale nella Sua Parola mettendole in una luce positiva se non le approvasse?
 
Dovremmo forse concludere che coloro che si professano i detentori della sapienza divina non abbiano mai letto questi versi? 
 
Di recente la rivista “La Torre di Guardia” (1 febbraio 2011 pag. 19), in una rubrica per le famiglie, su un articolo dal tema: “Instillate valori morali nei vostri figli”, scriveva: “ Trasmettete un idea equilibrata riguardo al sesso. Certo, è necessario mettere in guardia i figli … ma la Bibbia presenta il sesso soprattutto come un dono di Dio non come una trappola di Satana. Se parlerete solo dei pericoli i vostri figli potrebbero farsi un’idea distorta e non scritturale sull’argomento. ‘i miei genitori non facevano che ricordarmi i pericoli dell’immoralità sessuale, così mi ero fatta un concetto negativo del sesso ‘ ,dice una ragazza francese dal nome Corrina. Assicuratevi che i vostri figli abbiano un’idea chiara ed equilibrata riguardo al sesso. Nadia una madre messicana dice: “ho sempre cercato di far capire ai miei figli che il sesso è una cosa bella e naturale di cui Geova Dio ha fatto dono agli esseri umani, ma anche che il suo giusto posto è nell’ambito coniugale. A seconda di come viene usato, può rendere felici o far soffrire”.
 
È inoltre dimostrato che tantissime malattie sono causate dallo stress, ma già migliaia di anni fa la Parola di Dio diceva :”È meglio una manciata di riposo che una doppia manciata di duro lavoro e correr dietro al vento” (Eccelsiaste o Quoelèt 4:6) 
 
E in Proverbi 17:22: “Il cuore che è gioioso fa bene come un rimedio, ma lo spirito che è abbattuto secca le ossa”. Persino alcune cliniche in America hanno come sistema curativo la risata. E alcuni studi hanno rivelato che, come senz’altro lei già saprà, il cortisone e la prolatina sono due ormoni? influenzati dall’umore, quindi mentre pensieri positivi danno messaggi di vita che contribuiscono alla rigenerazione delle cellule, pensieri negativi mandano veri e propri messaggi di morte al nostro corpo. A motivo di questo processo già conosciuto da Colui che ci ha fatti, migliaia di anni fa proverbi 15:15 diceva: “Tutti i giorni dell’afflitto sono cattivi; ma chi è buono di cuore (letteralmente allegro di cuore) [ha] un banchetto continuo.
 
Sulla stessa linea Proverbi 14:30 avverte: “Il cuore calmo è la vita dell’organismo carnale, ma la gelosia è marciume alle ossa”.
 
Il bisogno di divertimento, svago, benefico per la salute, ci solleva dalle preoccupazioni e responsabilità che possono, se non tenute al giusto posto, creare malattie. In virtù di questo, Dio in Ecclesiaste 3:4 ha fatto scrivere che c’è ‘un tempo per ridere…e un tempo per saltare’…
 
Quanti mali si potrebbero evitare se oggi pi√π persone seguissero questi semplici concetti validi ab eterno in eterno?
 
Un altro triste luogo comune dell’inconscio collettivo, che risulta patogeno è che il piacere sia peccato, (eros inteso come lo intende lei non solo in relazione al sesso ma a cibi e tutto ciò che è buono per il corpo e per l’anima)… 
 
Anche questo è in netto contrasto con quella che è la limpida verità della Parola di Dio, la Bibbia; ecco alcune scritture che lo dimostrano:
 
Ecclesiaste 3:13: “e anche che ogni uomo mangi e in realtà beva e veda il bene per tutto il suo duro lavoro. È il dono di Dio”. 
Ecclesiaste 9:7-10 ...”Va, mangia il tuo cibo con allegrezza e bevi il tuo vino con buon cuore, perché già il [vero] Dio si è compiaciuto delle tue opere. In ogni occasione le tue vesti siano bianche, e non manchi l’olio sulla tua testa. Vedi la vita con la moglie che ami tutti i giorni della tua vita… poiché questa è la tua porzione nella vita e nel tuo duro lavoro con cui lavori duramente sotto il sole. Tutto ciò che la tua mano trova da fare, fallo con la tua medesima potenza, poiché non c’è lavoro né disegno né conoscenza né sapienza nello Sceol, il luogo al quale vai (la tomba). 
Gesù stesso quando era sulla terra,in occasione delle nozze di Cana dimostrò che gli appropriati piaceri della vita non sono peccaminosi compiendo il suo primo miracolo,che consistè nel trasformare l’acqua in ottimo vino (Giovanni 2:9-11) .
 
Gesù accettava di buon grado inviti a feste nuziali e banchetti, non era un asceta, ma come accade oggi, anche allora molti capi religiosi non riflettevano il pensiero divino in merito,criticandolo aspramente! A questo atteggiamento Gesù rispose: “Così, Giovanni è venuto senza mangiare né bere, e dicono: ‘Ha un demonio’; il Figlio dell’uomo è venuto mangiando e bevendo, e dicono: ‘Ecco, un uomo che è un ghiottone e un bevitore di vino, amico di esattori di tasse e peccatori’. In ogni modo, che la sapienza sia giusta è provato dalle sue opere”. (Matteo 11:18,19)
 
In tutto il mondo i VERI cristiani, seguono il VERO pensiero divino; la conseguenza di questo stile di vita la menzionò Gesù: (Giovanni 8:31-32) ...Allora Gesù continuò, dicendo ai giudei che avevano creduto in lui: “Se rimanete nella mia parola, siete realmente miei discepoli, e conoscerete la verità, e la verità vi renderà liberi”. E ancora, in Giovanni 13:17:”Conoscendo queste cose, siete felici se le fate.” Solo chi si attiene strettamente all’insegnamento di Dio e di suo figlio Gesù sarà veramente libero!!! E si godrà la vita in armonia con le amorevoli norme di colui che la creò, che nella Bibbia viene chiamato: “IL FELICE DIO”.. e per dirla con le parole dello scrittore biblico Giacomo, “sarà felice nel suo operare”.
 
Che dire della sacra unione paritaria tra uomo e donna che Dio aveva stabilito ma che qualcuno ha mandato all’aria?
 
Che dire del malsano rapporto genitori-figli che causa tante malattie? 
 
Che dire del concetto errato di perfezione…?
 
Qual è quel seme velenoso che è stato piantato che ha causato divisione?
 
Chi tiene l’umanità schiava di una grande menzogna, negando il bene supremo, non facendolo conoscere affinché tutti siano controllati sotto il suo potere? Chi, nei secoli lo ha reso così nascosto affinché l’umanità ignara, non conoscendolo non reclamasse niente?
 
Come si può cambiare questo seme, questo pensiero errato in maniera definitiva una volta per tutte con un’informazione corretta più potente che annulli quella errata?
 
Nel suo DVD lei accomuna l’informazione alla salute!!! 
 
Anche Dio mette in relazione la conoscenza della verità con la vita, quindi con la salute!
 
Un verso Biblico rende così questo concetto: (Giovanni 17:3) “Questo significa vita eterna, che acquistino conoscenza di te, il solo vero Dio, e di colui che tu hai mandato, Gesù Cristo.
 
La risposta a queste domande la Bibbia la fornisce e ad oggi questa verità ha fatto la differenza nella vita di milioni di persone che la seguono e che hanno sperimentato i benefici sul piano spirituale, emotivo e fisico. 
 
Ci piacerebbe continuare a condividere questo con lei magari di persona o anche  per lettera. Si senta libera di contattarci e se le ha di farci le sue domande o esprimerci i suoi pensieri.
 
Ci affascina la sua personalità, il suo modo di pensare tanto aperto, la sua grande intelligenza emotiva, la sua competenza e professionalità, nello stesso tempo la sua umiltà e semplicità, il suo genuino amore per il prossimo che arriva forte e chiaro!  La sua auto-ironia ci diverte e il suo modo di valutare il giudizio altrui ci insegna, ci da spunti di riflessione e nuovi modi di pesare il pensiero altrui, con equilibrio, che per certi versi ci ha ricordato San Paolo quando rispondendo a coloro che erano critici verso di lui aveva risposto:”Ora per me è cosa di minima importanza che io sia esaminato da voi o da un tribunale umano…bensì chi mi esamina è Geova”. 
 
La sua terapia è formidabile e crediamo che sia uno dei tanti sistemi che userà Dio quando adempirà il suo proposito di eliminare tutti i mali di questo pianeta alla radice: curerà le cause, curerà il genere umano. Speriamo di poter imparare ancora tanto da lei e nel nostro piccolo dare una mano a noi e ad altri,attraverso quella porta che è l’inconscio che troppe persone lasciano non visitata e di cui troppo spesso si perde la chiave, con la sua stessa semplicità e arte e voglia di espandere le proprie cognizioni. Speriamo di averle fatto cosa gradita nel presentarle un piccolo riflesso del grande specchio della Bibbia … ci sentivamo di tutto cuore di renderla partecipe e di fare la nostra parte per tenere alto il nome di Dio che è stato infangato dai dogmi religiosi e dalla condotta di coloro che asseriscono di rappresentarlo. 
 
Ci uniamo al coro del Salmista che nel benedire Dio scrisse:(Salmo 103)”...Lui che perdona tutto il tuo errore, Che sana tutte le tue malattie,Che reclama la tua vita dalla medesima fossa, Che ti corona di amorevole benignità e misericordia, Che sazia la tua intera vita con ciò che è buono; La tua giovinezza continua a rinnovarsi proprio come quella dell’aquila. …Geova è misericordioso e clemente…Lento all’ira e abbondante in amorevole benignità. …Poiché, come i cieli sono più alti della terra,La sua amorevole benignità è superiore …Come un padre mostra misericordia ai suoi figli …” Il concetto cattolico di un Dio vendicativo che piaga i suoi figli in un inferno di fuoco è inconciliabile col Dio di amore di cui parla la Bibbia. La menzogna perpetrata dalle chiese secondo cui è Dio a portar via le persone per farne degli angeli, è crudele, e lungi dal consolare, allontana dalla verità. Tutto questo ha portato molti ad allontanarsi da Dio!
 
La vera conoscenza ristabilisce i cuori affranti sanando le parti dolenti. 
 
Unire questa consapevolezza spirituale con le sue scoperte in campo medico è un toccasana e può aiutare le persone a vivere felicemente fino al giorno stabilito da Dio per porre rimedio una volta per tutte ai mali dell’umanità. 
 
La ringraziamo per il suo prezioso contributo all’umanità in questo senso. Che Dio la premi! 
 
Carissimi saluti, Elena e Greca 
`
 
Poesia
`La terapia verbale,
di certo non fa male
e aiuta le persone
che splendida occasione!
Mi basta la parola
a volte anche una sola
per dire in un momento:
`dietro al sintomo c`è un sentimento`!
La conferma del paziente
è ogni volta convincente.
Un tiranno, un abbandono
e l`orecchio non sente un suono
uno stomaco che brucia
se si è persa la fiducia.
Senza il sesso e la sua energia
un dolore non potrâ andar via.
Se vuoi vivere davvero
ascolta il sintomo: lui è sincero!!
`
 
Terapia magica
Scrivo questa mail per ringraziare la dott.ssa Mereu.
Ho avuto occasione di vedere, ascoltare e percepire la sua `magia`, a Torino in
occasione del convegno del 23 ottobre.
Condivido tutto ciò che ho sentito durante il suo intervento. Tanto che ho comprato immediatamente i suoi 2 libri e li ho letti avidamente. Ci sono molte parole per descrivere quanto mi ha affascinato.
Ma una più di tutte la trovo ricorrente : `MAGICA`!!!
Magica la velocità con cui riesce ad entrare in rapporto con l`anima della persona.
Magica l`ironia con cui la induce a ritrattare sulle strategie scelte.
Magica la sua coerenza tra ciò che dice e fa.
Le faccio i miei complimenti e credo che farò in modo di partecipare ad altri eventi con Lei.
 
 
 
Grazie per l`esperienza!!
 
Apprezzamento
`Non ci siamo mai conosciute, nè ho avuto la possibilità di vederla in conferenza ma parlando con un`amica è uscito il suo nome...mi ha raccontato della sua malattia e della sua esperienza e poi del vostro incontro e di come la mia amica fosse guarita con la `semplice` comprensione delle proprie parole.
Si dice che la curiosità è donna e immediatamente sono andata a sbirciare sul sito
mi sono commossa a leggere le storie dei suoi pazienti e la sua grande capacità di ascoltare.
Con questa lettera voglio solo comunicarle la mia grande stima per il suo lavoro.
Spero di poterla conoscere di persona`
 
 
 
 
Atti psicomagici
Per annullare la prepotenza di un tiranno
Prendere la fotografia della persona od azuenda che vi tiene in suo potere od in mancanza mettete nome e cognome della persona od il nome dell`azienda , mettetela all`aperto fuori dalla finestra e buttateci le briciole sopra.
Gli uccellini andranno a mangiare e quando aprite la finestra sembrerà che quella persona od azienda abbia mangiato le vostre briciole. Quindi ne avete annullato la prepotenza.
 
Atto magico del trono per le patologie del sedere.
Per curare tutte le patologie nei glutei e nell`ano come fistole perianali, ragadi, emorroidi. Queste patologie provengono dal fatto che una persona si sente inadeguato nel suo lavoro o nella sua posizione sociale (posizione= sedia dove ci si siede col sedere).Costruire un trono ( o trasformare una vecchia poltrona in un trono) sedersi sopra dicendo: questo e` il mio trono!
 
Per poter avere il titolo di studio
Se durante il corso degli studi non si riesce a superare un esame o a dare la tesi, stampare da internet un attestato e farlo compilare dal padre. Ad es: Io il magnifico rettore -nome e cognome del padre- della facolta` di.... attesto che il candidato- nome e cognome della persona interessata- e` stato abilitato alla laurea in....col voto...
Firma : firma del padre.
Se il padre non puo` firmare perche` e` morto o si rifiuta, farlo fare ad una persona che lo esegua pensando di essere il padre.
 
Rito del battesimo
Si usa in caso di un male( contagio, maledizione, preveggenza) che proviene da qualcun`altra persona a voi. Voi lo dovete trasferire a vostra volta, usando il rito del battesimo, ad una situazione che per sua natura rappresenta il male( per non avere poi sensi di colpa). Si fa così : prendere acqua di rubinetto e pronunziare , facendola sgocciolare su oggetto od animale in questione dite :< in nome del padre , del figlio e dello spirito santo, ti battezzo ...e gli date il vostro nome.Per esempio ad una persona a cui gli avevano detto< finirai nella merda> gli ho fatto battezzare uno scarabeo stercoraro col suo nome. Ad un`altra che stava perdendo i capelli dopo aver visto una vicina calva per la chemio, le ho fatto battezzare col suo nome delle patate pelate ecc..

 

 

 

Per le informazioni si rimanda al nuovo sito : 

 

gabriellamereu.it